Come un pitbull - Emis Killa

'Sto mondo per bene ti vuole in catene, come un pitbull
Se appari più forte la gente ti teme, come un pitbull
E i segni che c'hai, per sempre li avrai, addosso come un pitbull
Se affondi nei guai, non piangere mai, combatti come un pitbull

Come un pitbull, frate, in questo mondo cane
Dove tra razze diverse si guardan male
Chi mostra i denti per paura e chi per fame, il risultato è uguale
Se mordi, o vai in gabbia, o finisci male

E noi bastardi rimaniamo qui, con i debiti
Tra i pregiudizi di 'sta gente con il pedigree
Credimi, la vita è una cagna, correggimi se sbaglio
Tiene legati i ribelli senza un guinzaglio e l'amore

È sempre tardi quando te ne accorgi, carezze e morsi
Ti sbrana lentamente ma con gli occhi dolci
E i più forti, segnati dal passato, legnati dai padroni
Strappati troppo presto ai genitori

Ed altri schiavi, succubi di qualcun'altro
Si senton dire "bravi", quando rispondono a comando
Ah, e intanto che il mondo va a picco io non piango
Non abbaio e resto zitto, come un pitbull

'Sto mondo per bene ti vuole in catene, come un pitbull
Se appari più forte la gente ti teme, come un pitbull
E i segni che c'hai, per sempre li avrai, addosso come un pitbull
Se affondi nei guai, non piangere mai, combatti come un pitbull

Sì, non posso fidarmi di un fra', o lo sottometto
O lui mi sottometterà, né rispetto, né fedeltà
Più ti spingi in là più manca il fiato
Come un collare a strozzo che hai addosso, dal giorno in cui sei nato

E per le strade i più randagi, emarginati
Dimenticati dalle madri come cani abbandonati
Soldati come pitbull, addestrati a fiutare il petrolio
Costretti in un'arena a scontrarsi tra loro

Alcuni stanno in gabbia, come in un grosso canile
Pieni di ansia e rabbia e non li fanno uscire
Zittire un cane sciolto con la museruola quando dice il vero
Lo rende più cattivo nel pensiero

E gli sbandati non addomesticati, oggetto di rimpiazzo
Cane mangia cane, ma un capobranco non è mai sazio
Ah, e sotto questo cielo fitto sguardo fiero
Testa alta e tiro dritto, come un pitbull

'Sto mondo per bene ti vuole in catene, come un pitbull
Se appari più forte la gente ti teme, come un pitbull
E i segni che c'hai, per sempre li avrai, addosso come un pitbull
Se affondi nei guai, non piangere mai, combatti come un pitbull

E a volte ti senti giù, la tristezza è come un pitbull
Che ti afferra e non si stacca più
E tu ti scansi quando passano quelli che mordono
Che non piangono ma soffrono e non lo dimostrano

Ma nel mio mondo il finale è diverso
Tornate a casa, infami, l'accalappiacani questa volta ha perso
C'ho le catene al collo però spicco, e tiro
Piuttosto che fermarmi qua mi impicco, come un pitbull

'Sto mondo per bene ti vuole in catene, come un pitbull
Se appari più forte la gente ti teme, come un pitbull
E i segni che c'hai, per sempre li avrai, addosso come un pitbull
Se affondi nei guai, non piangere mai, combatti come un pitbull



Credits
Writer(s): Emiliano Rudolf Giambelli, Luigi Florio
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.