Mare - lowlow

La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni
Ma in fondo sono illusioni
Perché il male mi sceglie come una sposa promessa
È un matrimonio combinato come zingari in festa
Questa sera non ci sono, per me uscire è una fatica
Scusa se taglio fuori persone dalla mia vita
Scusami se casa è spoglia, l'ho appena pulita
L'affetto è come un'ancora e mi tiene fermo a riva
Devo cambiare calmanti, calmare cambianti
Poi piantarla di dannarmi a controllare gli altri
Tu non fai altro che ignorarmi, ma è per controllarmi
Io che continuo a pensarti dovrei controllarmi

I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
E le persone son così indaffarate
Che io annego perché ho dentro il mare
I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare

Non dirmi quella cosa perché ti direi di sì
Forse sarà uno sbaglio a renderci ancora più uniti
Perché il bene mi scansa, si disinteressa
È un matrimonio andato a male, una mancata promessa
Ti immagini affogare? Chissà cosa si prova
C'è gente che ogni giorno in mezzo al nulla ci nuota
In un mare di illusioni, ignoranza, complessi e coca
E tu ora piangi, come chi è anni che non si sfoga
Forse c'è qualcosa che non ti ho ancora detto
Perché continui a tornarmi nei sogni come uno spettro
Quindi recito il mio verso migliore come un versetto
E tu sei la persona che mi porterà all'inferno

I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
E le persone son così indaffarate
Che io annego perché ho dentro il mare
I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare

Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare

Il destino ti sceglie, negli occhi un mare di dubbi
Vorrei porgere l'altra guancia, avere un sorriso per tutti
Ma ho talento solo a mettere in rima gli insulti
Vorrei un maestro di ripetizioni in materia adulti
Materia ragazze, materia vita sociale
Che anche a dire la parola mi viene da vomitare
Puoi guardarti per trovare la forza di continuare
E ora noi anneghiamo finché noi siamo il mare

I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
E le persone son così indaffarate
Che io annego perché ho dentro il mare
I miei occhi hanno il sapore del sale
Le mie mani mi copron' dal sole
Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare

Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare
Ancora un'ora, non è ora di andare
E tu anneghi perché hai dentro il mare



Credits
Writer(s): Massimiliano Dagani, Mario Marco Gianclaudio Fracchiolla, Giulio Elia Sabatello, Antonio Stefano Dikele
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.