Io sono Francesco - Tricarico

Buongiorno, buongiorno, io sono Francesco
Io ero un bambino che rideva sempre
Ma un giorno la maestra dice "oggi c'e' il tema
Oggi fate il tema, il tema sul papà"
Io penso è uno scherzo, sorrido e mi alzo
Le vado lì vicino, ero contento
Le dico "non ricordo, mio padre è morto presto
Avevo solo tre anni, non ricordo, non ricordo"
Sai cosa mi dice? Neanche mi guardava
Beveva il cappuccino, io non so con chi parlava
Dice "qualche cosa, qualcosa ti avran detto
Ora vai a posto e lo fai come tutti gli altri"
Puttana puttana, puttana la maestra
(Puttana puttana, puttana la maestra)
Io sono andato al posto, ricordo il foglio bianco
Bianco come un vuoto per vent'anni nel cervello
E poi ho pianto, non so per quanto ho pianto
Su quel foglio bianco io non so per quanto ho pianto

Brilla brilla la scintilla, brilla in fondo al mare
Venite bambini, venite bambine e non lasciatela annegare
Prendetele la mano e portatela via lontano
E datele i baci e datele carezze e datele tutte le energie

Cadono le stelle, è buio e non ci vedo
E la primavera è come l'inverno
Il tempo non esiste, neanche l'acqua del mare
E l'aria io non riesco a respirare
E a dodici anni ero quasi morto
Ero in ospedale, non mangiavo piu' niente
Poi pulivo i bagni, i vetri e i pavimenti
Per sei, sette anni, seicento metri quadri

E poi io, io mi ha salvato
Lì ci sono i giochi se vuoi puoi giocare
Il padre è solo un uomo
E gli uomini son tanti scegli il migliore, seguilo e impara

Buongiorno, buongiorno, io sono Francesco
E questa mattina mi son svegliato presto
In fondo in quel vuoto io ho inventato un mondo
Sorrido, prendo un foglio, scrivo "viva Francesco"

Brilla brilla la scintilla, brilla in fondo al mare
Venite bambini, venite bambine e non lasciatela annegare
Prendetele la mano e portatela via lontano
E datele i baci e datele carezze e datele tutte le energie

Venite bambini, venite bambine
Ditele che il mondo puo' essere diverso
Tutto puo' cambiare, la vita puo' cambiare
E puo' diventare come la vorrai inventare
Ditele che il sole nascera' anche d'inverno
Che la notte non esiste, guarda la luna ditele che la notte è una bugia
Che il sole c'è anche, c'è anche la sera



Credits
Writer(s): Francesco Tricarico
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.