Testi   |   Nomadi   |   Nomadi Dentro

Decadanza - Nomadi

Adesso è utile parlare e vomitare
tutti i mali in faccia a chi
ci accusa di essere normali.
E abbiamo fame di successo
ma la fame quella vera,
la lasciamo a chi non popola l'Europa.
Abbiamo sguardi velenosi
e modi minacciosi,
mannaie che si abbattono
sul capo degli esclusi.
Abbiamo un ego da accudire
e storie da insabbiare,
privacy da difendere
e rate da pagare.
Non vi preoccupate
tornerà l'estate,
non vi preoccupate
torneremo al mare.
Abbiamo lacrime che durano
lo spazio di un minuto
per commuoverci a comando alla TV.
Nervi distesi dai reality
che vuotano le menti
e che ci rendono integrati alla tribù.
E abbiam bisogno anche di nuove
malattie da ricercare, così che nuovi farmaci
le possano curare.
Abbiamo guerre preventive
che bisognerá inventare
per ricostruire la pace,
bisogna bombardare,
si deve bombardare.
Non vi preoccupate
tornerà l'estate,
non vi preoccupate
torneremo al mare.
Abbiam rubato sino all'ultima risorsa a questa terra,
per rispondere alle leggi del mercato.
Hanno provato a far passare per utile la guerra,
mascerandola dal ragion di stato.
E abbiamo un fiume di liquami
che ci scorre sotto i piedi,
ed un mantello che ci copre di veleni.
Ed ogni sera ci laviamo
queste mani insanguinate
per andare
a dormire più sereni.
Non vi preoccupate
tornerà l'estate,
non vi preoccupate
torneremo al mare.
Continuerete a farvi scegliere
piuttosto che decidere,
fantocci malinconici
di un mondo senza scrupoli.
Signori indiscutibili
delle tavole imbandite
delle miserie
delle vostre vite.
Non vi preoccupate
tornerà l'estate,
non vi preoccupate
torneremo al mare.
Non vi preoccupate
tornerà il natale,
non vi preoccupate
torneremo è già carnevale.



Credits
Writer(s): f. ferrandi, g. carletti, m. petrucci, m. rettani, m. vecchi
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato