Maledetta Volontà - Diego Mancino

Maledetta volontà che mi abiti spietata
A nulla vale la mia resistenza
E non vale a nulla, non senti ragione
Non basterà tutto il tempo a farti ragionare

Benedetta la città che mi fa dimenticare
Che esisti sopra i muri del quartiere
Ma sopra il cemento non crescono i fiori
Ma c'è il tuo respiro che strappa i miei pensieri

Questa città non è come baciare la sua pelle
E questa maledetta volontà
Non è come sentir le sue carezze
Ma fa dimenticar le sue promesse

È un agguato la pietà, è uno sciame di persone
Che si arrendono a un pensiero senza cuore
E non serve a niente chiamarli per nome
Non basterà tutto il nostro illuminato amore

Maledetta volontà che mi abiti spietata
A nulla vale la mia indipendenza

Questa città non è come baciare la sua pelle
E questa maledetta volontà
Non è come sentir le sue carezze
Le sue carezze

Questa città è muta e non ci fa sentire niente
E poi di nuovo chilometri di niente
Che aspettano sdraiati sulla pelle
Sulla pelle

Maledetta volontà che mi abiti spietata
A nulla vale la mia resistenza
Le braccia distese nel vento salato
Arreso alla gioia di un pensiero vuoto
Di un pensiero vuoto
Vuoto



Credits
Writer(s): DIEGO MANCINO, DARIO FAINI
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato