Sorprese - Andrea Mirò

C'era l'inverno contro i vetri
le mie certezze già scartate
apparecchiate per la cena
da presentare agli invitati

Noi due seduti non parliamo
soltanto un calice di vino
da sorseggiare lentamente
e da mischiare nelle vene

Ho cucinato sorprese
senza capirti davvero
comprato e peso parole leggere
che hai gettato contro un muro
potevi dirmi che avevi un alfabeto nascosto
e nel linguaggio segreto dei sogni
io sarei stata il tuo pasto

Menu perfetto questa sera
cuore a pezzetti per gradire
la giusta dose di carezze
che non hai mai saputo dare

E le mie mani sono il pane
il piatto pronto da servire
consuma in fretta questo amore
ricordati di me

Abbiamo acceso una fiamma
e coltivato speranze
e di quei frutti bellissimi e rossi
inghiottito le essenze
potevi dirmi che avevi un alfabeto nascosto
e nel linguaggio segreto dei sogni
avrei trovato il mio posto

Ho cucinato sorprese
senza capirti davvero
comprato a peso parole leggere
che hai gettato contro un muro
potevi dirmi che avevi un alfabeto nascosto
e nel linguaggio segreto dei sogni
io sarei stata il tuo pasto



Credits
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato