BORN ON THE BAYOU

Maurizio Galli – Aldo Pedron

Voto Rockol: 4.0 / 5

Tutto quello che avreste voluto sapere sui Creedence Clearwater Revival... e anche quello che non sapevate di voler sapere. Riassumerei così queste 500 (cinquecento!) pagine in cui gli autori raccontano la storia della band dei fratelli Fogerty – un gruppo mitologico, in Italia mai abbastanza apprezzato, ma che meriterebbe una riscoperta.

Dopo essersi dedicato ai Beach Boys (“Good vibrations”) e a Ry Cooder (“Il viaggiatore dei sogni”), Pedron dedica il suo nuovo lavoro a un altro dei grandi nomi della musica americana; e lo fa, affiancato da Maurizio Galli, da par suo, riversando nelle pagine, oltre alla sua enorme competenza, anche tonnellate di informazioni reperite in libri, giornali, fanzine e con ricerche puntigliose su internet. La quantità di materiale è così ampia e dettagliata da fare impressione (in tutti i sensi), e ci sono momenti in cui l’ansia degli autori di scrivere tutto, ma proprio tutto, sull’argomento quasi si trasmette al lettore, che non sa come star dietro alle migliaia di nozioni che gli vengono (metodicamente) rovesciate addosso. 

L’impaginazione è pulita e ordinata, scandita da utili boxini di approfondimento su fondo grigio che non affaticano la fluidità della lettura; la scelta di non utilizzare note a piè di pagina induce forse a un eccesso di parentesi, tonde e quadre, ma la ricchezza delle testimonianze dirette e indirette è davvero impressionante.
E’ un libro impegnativo, insomma; ma se ne esce soddisfatti, direi quasi sazi, e con la voglia di andarsi a riascoltare le canzoni di cui abbiamo letto. Che è sempre un ottimo segno.

Franco Zanetti