«I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA MUSICA - Federico Pistone» la recensione di Rockol

Federico Pistone - I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA MUSICA - la recensione

Recensione del 26 giu 2018 a cura di Franco Zanetti

Voto 8/10

La recensione

 

Dietro un titolo poco azzeccato, una copertina poco accattivante e un sottotitolo roboante (“un secolo di cantautori in 200 canzoni”) si nasconde un gran bel lavoro; l’ha scritto un giornalista che (per fortuna sua) non si occupa abitualmente di musica, ma di sport, e per il quale la musica è rimasta una passione, senza diventare un lavoro.

E si sente tutto: si sente che è un giornalista dalla scrittura svelta e disinvolta e dalla quantità di informazioni contenute in ognuna delle 200 schede che costituiscono il libro (ciascuna delle quali è dedicata a un titolo “importante” per la storia della canzone italiana); si sente che è un appassionato perché si capisce che le duecento canzoni sono state scelte con un criterio personale e al tempo stesso equilibrato, senza eccedere in egoriferimenti e cercando di rimanere fedele allo spirito dell’opera (e infatti ci si trovano non soltanto i “soliti” cantautori, quelli abitualmente portati in palma di mano dalll’intellighenzia noiosa del giornalismo musicale, ma anche nomi meno prevedibili e più interessanti e più sorprendenti, come – ad esempio – Renzo Zenobi, i Gufi, Salvatore Adamo, i Lunapop, i Virginiana Miller, e potrei citarne altri che vi giungerebbero inattesi. La costruzione cronologica permette anche - ma sottotraccia, senza didascalismi - di leggere in filigrana un percorso evolutivo della nostra canzone; ma il libro si può apprezzare, e forse è la raccomandazione migliore, aprendolo a caso e gustandosi la puntualità con cui l’autore dice cose interessanti, magari non nuove per chi con le canzoni ci lavora scrivendone per lavoro, ma scelte con buon senso e con il senso della notizia (importante, o interessante, o divertente, o curiosa) che rende ogni scheda meritevole di lettura. Se poi leggendo trovate anche il modo di ascoltare o riascoltare le canzoni di cui Pistone vi racconta, meglio ancora. Magari, forse, se proprio vogliamo trovare qualcosa su cui pignoleggiare, c’è un po’ troppa attenzione per i testi rispetto a quella dedicata alla musica; ma è evidentemente una scelta dell’autore, e va rispettata. Molto consigliato. E consiglio all’autore di cominciare a lavorare sulle prossime duecento canzoni.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.