«MI SI SCUSI IL PARAGONE - Daniele Sidonio» la recensione di Rockol

Daniele Sidonio - MI SI SCUSI IL PARAGONE - la recensione

Recensione del 28 ago 2017 a cura di Franco Zanetti

Musicaos, 200 pagine, 15 euro

Voto 6/10

La recensione

 

Ricevo dall’autore, e ringrazio, questo denso volumetto (sottotitolo: “Canzone d’autore e letteratura da Guccini a Caparezza).

Chi mi ha già letto in passato conosce bene il mio pensiero sulla cosiddetta e sedicente “canzone d’autore”, che anche recentemente ho espresso qui: Daniele Sidonio, che abbiamo già avuto il piacere di ospitare – per il tramite di “L’isola che non c’era” – sulle pagine di Rockol in un paio di occasioni, è invece, e legittimamente, schierato sul fronte opposto al mio. Il suo pensiero è che “la canzone e la letteratura non sono pratiche scrittorie così lontane”. E questo è sostanzialmente l’assunto sul quale si base questa raccolta di scritti e interviste (a Fausto Mesolella, Cristiano Godano, Pierpaolo Capovilla, Dente e a Francesco Guccini). 

Faccio rilevare che in chiusura della sua intervista, Dente afferma: “Credo che la canzone e la poesia siano due sport diversi”. Francesco Guccini, oltre ad aver già autorevolmente cantato “non ho mai detto che a canzoni / (...) / si possa far poesia”, nella sua intervista ribadisce: “E’ un genere a parte, non è musica né letteratura, è canzone”.

(Ed è questa la ragione - oltre a una profonda divergenza di idee su come si organizza un premio e su come si scelgono i premiati - che mi tiene lontano dal Premio Lunezia: perché “il valore musical-letterario delle canzoni” è un concetto inapplicabile, perché un testo di canzone letto o declamato senza la musica con cui è indissolubilmente legato non è più interessante, perché il criterio con cui si valuta il “valore musical-letterario” è invece prevalentemente contenutistico, non stilistico).

Da qualche tempo si blatera della necessità di insegnare la canzone d’autore (cioè “i testi” della canzone d’autore) nelle scuole. Da bravi: lasciate perdere, vorrei dire a quelli che – perché convinti o per altre e meno nobili ragioni – propugnano questa idea. Lasciate perdere, perché di professori che saprebbero insegnare questa materia non ce ne sono, perché si insegnerebbero soltanto i testi e gli autori politicamente corretti, e perché insegnare le canzoni a scuola mi pare un ottimo metodo per farle detestare ai ragazzi.

A volte, lo dico sommessamente ma lo penso davvero, ho la sensazione che siano quelli che scrivono di canzoni che cercano di far passare la materia di cui si occupano per materia “alta” e “nobile”, come se essi stessi avessero necessità di una (ri)qualificazione agli occhi del mondo. E invece bisognerebbe essere orgogliosi di occuparsi di canzonette anche leggere e non impegnative, non letterarie, non “d’autore”, purché lo si faccia con onestà e sincerità.

Cosa c’entra tutto questo con il libro di Sidonio? C’entra solo perché “Mi si scusi il paragone” è un libro a tesi, in cui l’autore è fermamente convinto che canzone d’autore e letteratura possano essere avvicinate, paragonate, affiancate. Se siete d’accordo, leggetelo. Ma se avete tempo, leggetelo anche se (come me) non siete d’accordo. E’ un libro onesto, scritto con sincera convinzione e da una persona che sull’argomento è preparata. Ne uscirete comunque arricchiti.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.