«SPOSTARE L’ORIZZONTE - Eugenio Finardi/Antonio G. D’Errico» la recensione di Rockol

Eugenio Finardi/Antonio G. D’Errico - SPOSTARE L’ORIZZONTE - la recensione

Recensione del 30 mar 2011

La recensione

“Spostare l’orizzonte” è un titolo preso in prestito dalla canzone “L’orizzonte” dell’artista russo Vladimir Vysotsky, che calza a pennello alla storia artistica e umana di Eugenio Finardi. Una storia che non si è mai fossilizzata su un solo registro ma che ha cercato sempre, con l’aiuto del pensiero e della riflessione, di trovare nuove strade, senza avere il timore di tornare sui propri passi quando si era compreso di averne imboccata una senza via di uscita.
Questa autobiografia, scritta da Antonio G. D’Errico, è il frutto di numerosi incontri avuti dal giornalista/scrittore con il cantautore milanese. E’ un’intervista lunga 236 pagine dove viene ripercorsa tutta la carriera di Eugenio senza lasciare fuori dall’uscio le gioie e i dolori del privato che fanno di questo libro la storia di un uomo a tutto tondo.
Altri ancora sono i meriti del libro: dalla bella scrittura di D’Errico che rende piacevole lo scorrere delle pagine alla totale disponibilità di Finardi che getta alle ortiche la reticenza e non aggira nessuna domanda o ragionamento. Proprio il ragionamento, la riflessione, una leggera malinconia e una profonda onestà hanno la meglio sull'aneddotica pura e semplice riuscendo a tenere il più lontano possibile il rischio della agiografia tipica delle biografie. A volo d’uccello si percorre una storia musicale lunga e intensa che comincia nei primi anni settanta, per continuare con i formidabili anni del periodo Cramps, poi gli ottanta tra alti e bassi, il basso profilo dei novanta e la rinascita artistica dagli inizi di questo millennio quando viene lasciato in un angolo il mondo della canzone italiana per avvicinarsi e provare esperienze altre come il fado portoghese, l’amatissimo blues e l’incontro con la musica contemporanea e il genio poetico di Vladimir Vysotsky.
La lettura è veramente consigliata a tutti e tutti dovremmo fare proprio, per quanto possibile, il monito di Vysotsky: ”Trova il punto estremo e sappilo varcare e vedi di spostare l’orizzonte!”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.