«LOOK AT WHAT THE LIGHT DID NOW - Feist» la recensione di Rockol

Feist - LOOK AT WHAT THE LIGHT DID NOW - la recensione

Recensione del 10 mag 2011

La recensione

"The Reminder" è uno di quei dischi che si possono definire, con un'espressione abusata, "di culto".
Feist, quando lo incise nel 2007, aveva una credibilità derivata dalla sua militanza nella scena indie canadese, aveva già pubblicato un disco solista. Ma di certo non avrebbe immaginato che quell'album sarebbe arrivato a guadagnarsi una nomination ai Grammy, che una canzone - "1234" - sarebbe arrivata a uscire decisamente dall'ambito indie. Non avrebbe immaginato che a quasi 4 anni dalla sua pubblicazione siamo ancora qua a parlarne.
"Look at what the light" è un bel documentario sulla genesi di quel disco, e sul tour successivo, messo in scena con un'originale idea di luci, ombre cinesi e proiezioni. La parola "documentario", per una volta, non è usata a sproposito come spesso accade in tanto filmati musicali pubblicati come DVD, che sono in realtà messe in fila di immagini. "Look at what the light" ha idee di regia forti (i titoli di testa, da soli, valgono la visione), materiale originale di ottima qualità e una narrazione che tiene bene insieme tutto.
Unica mancanza sono i sottotitoli italiani (ma con quelli inglesi ci si arrangia bene lo stesso). Per il resto, la confezione è ottima e arricchita da numerosissimi extra (videoclip, performance live, mini film) e da un CD con canzoni da "The Reminder" reinterpretate da Gonzales, mentore di Feist. Insomma, non il solito DVD celebrativo di un disco di successo, ma un vero e proprio progetto audio-visivo che vale la pena di recuperare.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.