«CASH FOR KENYA-LIVE IN JOHNSTOWN - Johnny Cash» la recensione di Rockol

Johnny Cash - CASH FOR KENYA-LIVE IN JOHNSTOWN - la recensione

Recensione del 20 gen 2009

La recensione

Oggi Johnny Cash è ufficialmente un santo della musica degli ultimi 50 anni, nel senso che la sua memoria è stata santificata in ogni modo possibile.
La grandezza musicale del personaggio non si discute, semmai è il processo di manipolazione dell'immaginario collettivo che ogni tanto è discutibile.
Oggi sembra impossibile pensare che ci sia stato un momento nella sua carriera in cui "The man in black" fosse stato messo ai margini. Eppure è così. Questo DVD è stato registrato verso la fine di quel periodo. La rinascita di Johnny Cash è della metà degli anni '90, grazie agli American Recordings curati da Rick Rubin, che hanno rinnovato repertorio e immagine di Cash, permettendogli di ritrovare grandezza e considerazione.
Anche se la ingannevole grafica di copertina richiama gli American Recordings, "Cash for Kenya" è stato registrato in una chiesa della Pensilvania nel 1991, dopo il periodo più difficile, gli anni '80. Questo DVD dimostra che la questione era soprattutto di fiducia da parte dei discografici che non credevano più in lui. "Cash for Kenya" mostra il Nostro in grande forma (certo, con i capelli tinti di un nero improbabile), alle prese con il suo repertorio storico ("Ring of fire", "Folsom Prison Blues", "Jackson"...) e con il supporto della moglie June Carter Cash. Certo, il Cash con il nuovo repertorio avrebbe fatto un salto in avanti, ma qua parliamo di pezzi di storia musicale. "Cash For Kenya" è un DVD che si fa vedere con piacere. E' molto scarno nella confezione (con solo alcune note del figlio John), e non contiene extra, ma i contenuti base, quelli ci sono eccome.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.