«LIVE FROM NEW YORK CITY - Eminem» la recensione di Rockol

Eminem - LIVE FROM NEW YORK CITY - la recensione

Recensione del 24 dic 2007

La recensione

Da due anni Eminem, il rapper bianco per eccellenza, si è momentaneamente allontanato dalle scene. Marshall Mathers si è ritirato a vita privata cercando di stare molto tempo in compagnia della figlia Hailie, rilasciando dichiarazioni col contagocce. Le ultime notizie riferiscono però della ritrovata voglia di fare musica: pare infatti che l’artista di Detroit sia al lavoro su un nuovo disco il cui titolo potrebbe essere “King Mathers”. Per ora nessuna certezza, ma qualcosa si è mosso.
Nell’attesa i fan possono consolarsi con questo nuovo DVD intitolato “Live from New York City”. Il concerto è stato filmato nell’agosto del 2005 al Madison Square Garden e fu l’ultimo episodio del suo Anger Management Tour. Lo show fu ripreso dalle telecamere della tv statunitense Showtime e mandato in onda dall’emittente nel dicembre dello stesso anno.
Le prime immagini mostrano Eminem nel suo camerino mentre pulisce una pistola e scrive una lettera d’addio, interrotto da un membro dei D-12 che gli ricorda l’imminente inizio del concerto. Lo spettacolo parte con “Evil deeds” e prosegue con “Mosh”, “Business”, “Rain man”, “Ass like that”, “Puke”, “Kill you”, “Like toy soldiers” e cinque brani con i D-12: “Git up”, “How come”, “Rock star” (con Bizzarre), “40 Oz” e “My band”. A questo punto Slim Shady torna nel backstage per una pausa, si cambia di abito, carica la pistola e firma la lettera di suicidio precedentemente scritta. Poi via di nuovo sul palco per la hit “Stan”, “The way I am”, “Just don’t give a fuck”, “Got some teeth” (con Obie Trice), “Stay ‘bout it (aqua)” (con Stat Quo), “The set up” (con Stat Quo), “Like Dat” (con Obie Trice e Stat Quo), “Cleaning out my closet”, “Mockingbird” e “Just lose it”. Si rientra di nuovo negli spogliatoi ed Eminem continua il suo cammino verso la fine: intasca la pistola, si dirige nei sotterranei del Madison e si punta la pistola alla testa con aria stralunata. Spara. Ma è solo uno scherzo. Si scopre che il video era proiettato in diretta anche in sala ed il pubblico è pronto a ri-accogliere il loro beniamino per il gran finale con i D-12 su “Lose yourself”.
“Live from New York City” rappresenta al meglio il personaggio di Eminem: la sua musica, il suo stile, i suoi amici. In attesa del nuovo Marshall Mathers ai fan dovrebbe bastare…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.