«LIVE AT MONTREUX 2005 - Alice Cooper» la recensione di Rockol

Alice Cooper - LIVE AT MONTREUX 2005 - la recensione

Recensione del 04 set 2006

La recensione

Nato nel 1967, il Montreux Jazz Festival è una della manifestazioni più prestigiose del mondo. In questa cittadina svizzera situata sulle rive del lago di Ginevra da quasi quarant’anni si esibiscono i nomi più grandi del jazz e del blues mondiale. Da qualche edizione però il festival ha deciso di aprirsi anche ad altri generi, primo su tutti il rock, ma solo quello di un certo stampo.
Lo scorso anno sul palco di Montreux ha avuto l’onore di esibirsi Alice Cooper, uno dei simboli dell’hard-rock mondiale, tenendo un grande concerto disponibile oggi con il DVD “Live at Montreux 2005”.
Dopo lo spettacolare inizio con assolo chitarristico introduttivo, il musicista entra sul palco con il suo tipico stile horror e sfodera subito un brano come “Department of youth” e prosegue alternando grandi successi del passato a brani tratti dai suoi ultimi lavori, ad esempio “No more Mr. Nice guy”, “Dirty diamonds”, Billion dollar babies”, “Lost in America”, “Woman of mass distraction”, “I’m eighteen”, “Go to hell”, “Welcome to my nightmare”, “Only woman bleed”, “School’s out” e “Poison”.
All’età di 57 anni Vincent Damon Furnier (questo il suo vero nome) ha ancora una carica da far invidia a tante formazioni rock odierne, riuscendo a mettere in piedi uno show dall’incredibile potenza e teatralità, caratteristiche che da sempre dominano i suoi show. La pubblicazione include anche un CD contenente ben diciannove brani tratti dallo stesso concerto.
“Live at Montreux” è un prodotto semplice e diretto, un’ora e mezza di puro hard-rock che potrà dare la possibilità anche ai più giovani di conoscere un personaggio dallo stile inconfondibile come Alice Cooper.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.