«STORIE DEL SIGNOR G - Giorgio Gaber» la recensione di Rockol

Giorgio Gaber - STORIE DEL SIGNOR G - la recensione

Recensione del 20 feb 2006

La recensione

Dopo tante testimonianze sonore del teatro-canzone di Giorgio Gaber, finalmente anche il senso visivo potrà godere di queste splendide performance dell’artista milanese. Per apprezzare al meglio il teatro-canzone è necessario infatti poter ammirare tutti i gesti, la straordinaria espressività, la mimica facciale e quell'uso unico e irripetibile del corpo come formidabile elemento di comunicazione che accompagnavano le esibizioni di Giorgio Gaber e Sandro Leporini.
“Le storie del Signor G” contiene due DVD (suddivisi in quattro parti) ed un libro. Le immagini sono state filmate nel 1991, anno in cui Gaber stesso decise di dare vita ad uno spettacolo appositamente pensato per le riprese televisive, che riassumesse ciò che era stata fino a quel punto la sua esperienza sui palchi teatrali (il tutto venne presentato al Festival Teatrale della Versiliana).
La pubblicazione raccoglie quaranta canzoni che si dipanano tra episodi comici e cantautorali e monologhi intrisi di attente osservazioni sulla società, intelligenti ed ironici allo stesso tempo. Tra i brani presenti si segnalano episodi come “Lo shampoo”, “Far finta di essere sani”, “Madonnina dei dolori”, “Un'idea”, “La libertà”, “E' sabato”, “Gildo”, “L'odore”, “L'America”, “Pressione bassa”, “Quello che perde i pezzi”, “Le elezioni”, “Al bar Casablanca” e “Barbera e Champagne”.
Il libro, aperto dalle prefazioni di Paolo Dal Bon (Presidente Associazione Culturale Giorgio Gaber), Walter Veltroni (Sindaco di Roma) e Vincenzo Mollica (giornalista musicale), include tutti i testi delle canzoni e i monologhi dello spettacolo.
“Le storie del Signor G” è un documento storico che permette ai neofiti di conoscere il personaggio di Giorgio Gaber, non solo attraverso la musica ma anche attraverso le immagini che permettono di assaporare al meglio tutta l’espressività dell’inventore del teatro-canzone.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.