«MOTOWN GOLD ON THE ED SULLIVAN SHOW - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - MOTOWN GOLD ON THE ED SULLIVAN SHOW - la recensione

Recensione del 28 nov 2005

La recensione

A partire dal 1955 ogni domenica sera alle ore 20, milioni di telespettatori americani avevano la splendida abitudine di sintonizzare i propri apparecchi televisivi sull’Ed Sullivan’s Show. Nel suo programma, il popolare presentatore era usuale ospitare i grandi personaggi della musica, ma anche artisti meno conosciuti ed emergenti che, proprio grazie alla partecipazione alla trasmissione, riuscivano poi a conquistare il pubblico statunitense. Questo “rito” si è ripetuto per ben ventitrè anni. Insomma l’Ed Sullivan’s Show ha attraversato gli anni ‘50, ‘60 e ’70. Si parla di anni nei quali è nato il rock’n’roll, gli anni del soul e dell’R&B e di musicisti che hanno influenzato tutto quello che è venuto dopo di loro.
Ora finalmente le migliori performances di quegli anni potranno essere gustate anche da chi all’epoca non era ancora nato o da chi, avendo avuto la fortuna di assistere a quelle leggendarie trasmissioni, voglia tuffarsi a capofitto nel catino dei ricordi.
L’intera collana di “Ed Sullivan’s rock’n’roll classics” è composta da ben 13 DVD. Ne segnaliamo quattro: “Rock’n’roll forever”, “The Mamas & the Papas & other 60’s greats”, “Legends of soul R&B greats” e “Motown Gold on the Ed Sullivan show”.
“Rock’n’roll forever” dopo una parentesi iniziale dedicata al soul dei Jackson 5 (con il piccolo Michael in evidenza), si concentra sul rock’n’roll, con le datate esibizioni di Bill Haley and his Comets (con il classico “Rock around the clock”) ed Elvis Presley con “Don’t be cruel”, immagini in bianco e nero trasudanti storia e calore. Poi viene il turno dei Doors con “Light my fire” (il rifiuto di censura di Morrison fa infuriare Sullivan che non li inviterà più al suo show), Ray Charles (“What’d I say”), Jackie Wilson (“Lonely teardrops”), James Brown (“Please, please, please”), Roy Orbison (“Oh pretty woman”), i Beatles primo periodo (“I saw her standing here”), The Tempations & The Supremes (“(I know) I’m losing you”), The Lovin’ Spoonful (“Do you believe in magic?”), The Mamas & Papas (“Monday, Monday”), Creedence Clearwater Revival (“Fortunate son”) Young Rascals (“Good lovin’) e Janis Joplin (“Maybe, maybe, maybe”). IL DVD è accompagnato da sintetici, ma ottimi, commenti della voce narrante Michelle Philips.
“The Mamas & the Papas & other 60’s greats” è suddiviso in due parti: nella prima viene narrata la storia dei Mamas & The Papas e vengono mostrate ben cinque esibizioni all’Ed Sullivan’s show (“Creeque alley”, “Dedicated the one I love”, “Twelve thirthy”, “Monday Monday/I call your name”, “California dreamin’); la seconda parte include invece le performance di cinque grandi formazioni degli anni Sessanta: The Band (“Up on cripple creek”), The Byrds (“Turn, turn, turn”), Creedence Clearwater Revival (“Down on the corner”), The Lovin’ Spoonful (“Daydream”) e Smokey Robinson & The Miracles (“Abraham, Martin & John”).
“Legends of soul R&B greats” è incentrato, invece, sulla musica soul e R&B e vede le esibizioni di Stevie Wonder (“For once in my life” e “Fingertips pt.2”), Marvin Gaye (“Take this heart of me”), The 5th Dimension (“Up, up and away”), Smokey Robinson & The Miracles (“I second that emotion”), Ike & Tina Turner (“Bold soul sister” e “Proud Mary”), Jackie Wilson (“Lonely teardrops”), James Brown (medley tra “Please, please, please” e “Papa’s got a brand new bag”) e The Temptations (“I can’t get next to you”).
Infine “Motown Gold”, come si evince dal titolo, raccoglie le migliori performance dei più grandi artisti dell’etichetta soul Motown. Ecco così sul palco di Ed Sullivan Marvin Gaye (“Take this heart of me”), Stevie Wonder (“Fingertips pt.2” e “For once in my life”), Smokey Robinson & The Miracles, Galdys Knight & the Pips, The Four Tops, The Supremes, The Temptations ed infine i Jackson 5 in uno spettacolare medley tra “I want you back” e “ABC”.
I DVD segnalati si presentano come dei documenti molto interessanti. La musica ivi presentata è di altissimo livello e non è un esagerazione definire queste esibizioni leggendarie. Insomma un ottimo prodotto, eccezion fatta per talune pecche: alcune esibizioni sono state tagliate (probabilmente per questioni di tempo) e, in un paio di episodi, la scaletta dei brani in copertina non corrisponde a quella effettivamente presente in video. Dettagli, è vero, ma per un prodotto veramente ben congegnato sono fondamentali. Eccome…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.