«ETERNITY OF DIMMING - Frontier Ruckus» la recensione di Rockol

Frontier Ruckus - ETERNITY OF DIMMING - la recensione

Recensione del 11 feb 2013

La recensione

Nati nel 2008 in Michigan, i Frontier Ruckus sono una band folk-rock salita alle cronache dopo aver pubblicato il disco d’esordio “The Orion songbook”.

La formazione, capitanata dal vocalist Matthew Milia, nel frattempo ha pubblicato altri due lavori e torna oggi con un terzo, quello probabilmente più ambizioso: un “doppio” intitolato “Eternity for dimming”, contenente la bellezza di venti pezzi all’insegna di melodie di puro stampo pop, impreziosite dal banjo di David Winston Jones. Conosciuti negli Stati Uniti come la risposta a stelle e strisce ai Mumford And Sons, i Frontier Ruckus hanno confezionato un disco che trae ispirazione dalla nostalgia per gli anni Novanta, una vera e propria ode alla maggiore età raggiunta in un periodo in cui esistevano ancora “le fotocopiatrici giganti e tanti altri oggetti cult che ora non si ricordano nemmeno più”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.