Recensioni / 01 ott 2011

Peter Gabriel - NEW BLOOD - la recensione

NEW BLOOD
Real World/EMI
Concepito sull’onda del tour di “Scratch my back”, dove Peter Gabriel affiancava al repertorio di cover rivisitazioni per voce e orchestra del suo vecchio catalogo, “New blood” contiene le versioni di studio degli arrangiamenti concepiti per l’occasione da John Metcalfe e proposti con l’aiuto della “New Blood Orchestra” (46 elementi diretti da Ben Foster) e delle vocalist Melanie Gabriel e Ane Brun. I tredici brani (“A quiet moment” sono cinque minuti di rumori ambientali registrati a Solsbury Hill, nei pressi di Bath) ripercorrono l’intera produzione solista dell’artista inglese, spesso con risultati inventivi e sorprendenti che citano Stravinskij e Arvo Paart, Steve Reich e Bernard Herrmann, l’autore delle colonne sonore di Alfred Hitchcock. Oltre all’edizione standard del disco (1 cd) esiste una “special edition” su doppio cd con le versioni solo strumentali dei brani, mentre è di prossima pubblicazione una “deluxe edition” contenente anche anche il Dvd/Blu Ray “New Blood live in London”, un cd di “highlights” dai concerti all’Hammersmith Apollo e un libro fotografico.

TRACKLIST

01. The rhythm of the heat
02. Downside up
03. San Jacinto
04. Intruder
05. Wallflower
06. In your eyes
07. Mercy street
08. Red rain
09. Darkness
10. Don’t give up
11. Digging in the dirt
12. The nest that sailed the sky
13. A quiet moment
14. Solsbury hill