«PEACE OR LOVE - Kings of Convenience» la recensione di Rockol

Kings of Convenience, la bellezza di un tempo che non passa

Il duo torna dopo dodici anni di silenzio con l’album “Peace or love” e mantiene intatta la purezza del proprio mondo.

Recensione del 24 giu 2021 a cura di Claudio Cabona

Voto 7/10

La recensione

Pace o amore? La risposta, come quasi tutto quello che riguarda l’esistenza dell’uomo, è nel tempo. Per i Kings of Convenience, duo indie-folk norvegese composto da Eirik Glambek Bøe e Erlend Øye, le lancette dell’orologio sembrano essersi fermate. Hanno pubblicato un nuovo progetto “Peace or love” dopo dodici anni, quarto capitolo della loro carriera di vent’anni di attività. Tutto il mondo sonoro che li ha sempre contraddistinti è rimasto intatto: la purezza delle melodie, l’innocenza, il sogno.

L’eterea chimica di chitarre, suoni e armonie, nel nuovo disco sono salvaguardate, come qualche cosa di prezioso.

Eppure l’album sa anche parlare con la lingua del presente. La complessità dell'amore e del desiderio, tematiche portanti dell’album, si manifesta in canzoni come “Rocky Trail” e “Killers”, alcuni dei momenti migliori del lavoro perché si percepisce il marchio di fabbrica del duo. C’è anche “Fever” in cui tutti i codici di forza e intimità dei Kings of Convenience vengono ribaditi con orgoglio. Ma ci sono anche paesaggi sonori che l’ascoltatore potrebbe non aspettarsi: la più oscura “Killers”, la toccante “Rumors” la malinconia liquida di “Songs About It” offrono un ventaglio di sensazioni più complesso. La sopracitata “Rocky Trail” è stata la scintilla del nuovo percorso: “L’ho scritta nel 2012 – .ha raccontato Eirik a Rockol - e questo è stato il mio primo invito a Erlend a fare un disco assieme. Forse troppo presto: siamo stati in tour così tanto, in tutte le parti del mondo… Per noi ci vuole molto tempo per finire il ciclo di un album…. Per questo d quella canzone al disco è passato ancora molto. Però non abbiamo mai davvero fermato la band, non c'è mai stato un momento in cui ci siamo detti: è finita”.

Dentro c’è anche la dimensione del viaggio, umano e fisico. “Peace or love” ricalca il sound di due vecchi amici, che non si sono mai detti addio e che, con una nuova consapevolezza, esplorano l’ultima fase della loro vita insieme. Il tutto trovando e ritrovando anche i modi giusti per catturare quella magia inafferrabile che li ha fatti incontrare, dando vita a un viaggio musicale che i fan custodiscono gelosamente nel cuore. Registrato in cinque anni in cinque città diverse, il nuovo album dei Kings of Convenience è un vero itinerario che, attraverso undici canzoni, mette in luce una mai assopita chiarezza emotiva. “Si tende a pensare che, con l’esperienza, sia più facile realizzare un disco perché sai come farlo. Invece abbiamo dovuto lasciarci andare”, hanno continuato nella nostra intervista.

Nessuno stravolgimento, nessuna voglia e necessità di andare oltre quanto si era già costruito. Ma come in tutte le riunioni di famiglia, quelle in cui l’amore non si è mai spento, si percepisce una magia che ha saputo non piegarsi al tempo. Sì, c’è un po’ di nostalgia, il giusto, e in certi casi fa bene alle orecchie e al cuore di chi ascolta le canzoni dei Kings of Convenience.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.