«ROADRUNNER: NEW LIGHT, NEW MACHINE - Brockhampton» la recensione di Rockol

Brockhampton rendono omaggio all'hip-hop con follia e profondità

Nuovo disco per il collettivo texano hip-hop. All'eccentricità, energia e all'eclettismo tipica del gruppo, si unisce questa volta profondità nelle rime e un sacco di featuring (A$ap Rocky, Jpegmafia, Danny Brown, Charlie Wilson).

Recensione del 16 apr 2021 a cura di Michele Boroni

Voto 7,5/10

La recensione

Brockhampton è forse una delle formazione più originali nel panorama hip-hop attuale e però estremamente contemporanee. Si sono infatti incontrati digitalmente in un profilo stan (crasi tra stalker e fan) di Kanye West, e sono diventati un collettivo sempre più numeroso capitanati dal bizzarro Kevin Abstract. Hanno praticamente inciso cinque dischi in 18 mesi (qui la recensione a Saturation III ), ma per questo nuovo “Roadrunner: new light new machine” hanno aspettato quasi due anni rispetto al precedente “Ginger”.

Molte featuring e omaggio all'hip-hop 

Il collettivo oggi è composto da 13 persone, tutti per lo più abili rapper, ma che si occupano anche della parte produttiva, grafica, video, foto e management.

Ovviamente le voci più rilevanti sono quelli di Abstract, Joba, Dom Mcklennon, Bearface e Jabari Manwa che in questo disco rivelano un salto di qualità sia nella scrittura sia nello snocciolare le rime. Tuttavia, nonostante questo assembramento, in “Roadrunner” c'è anche spazio per la prima volta a dei featuring e, paradossalmente, queste sono le tracce più interessanti dove escono meglio i membri del collettivo: in “Chain on” assistiti da Jpegmafia costruito su un campione di “C.R.E.A.M.” dei Wu Tang Clan, con Charlie Wilson in un inedito R&b (“I'll take you on”) e addirittura una cosa a quattro tra Matt Champion e Merlyn Wood del collettivo con gli impertinenti A$ap Rocky e A$ap Ferg, ma anche nel pezzo che apre il disco (“Buzzcut”) adeguandosi al suono duro duro e pesante di Danny Brown. .
La “boy band dell'hip hop” come amano definirsi gioca sempre sull'eccentricità e sulla mancanza di regole, ma pur nell'eclettismo che li contraddistingue questa volta si legge un omaggio e una profonda riverenza al passato e in generale al mondo dell'hip-hop. A questo forse si deve l'utilizzo di così tanti featuring, così lontani dal loro modo di intendere il progetto Blockhampton. 

Maturità, confessioni e follia

Il disco è stato presentato con un evento in live streaming dagli studi Shangri-La di Rick Rubin a Malibu introdotto da una bellissima e straniante versione cantata da Bearface di “You've got a friend” di James Taylor su un cavallo bianco. Sono passati quasi due anni, dicevamo, dal precedente “Ginger” il loro disco più emotivo e riflessivo, turbato anche dall'espulsione dal gruppo di Ameer Vann per le accuse di violenza sessuale. Questo “Roadrunner” è un compromesso tra il disco precedente e la febbrile eccitazione che ha caratterizzato i vecchi lavori. Nelle canzoni si parla molto di sessualità e razzismo (all'interno del collettivo ci sono membri neri, bianchi, latini, asiatici, gay ed etero), brutalità della polizia e storie personali. Una delle tracce più esplicative in questo senso è “The Light” in cui Joba e Abstract non hanno paura a confrontarsi con i propri demoni, discutere di suicidio o di familiari che vanno in prigione. 
Pare che “Roadrunner” sarà il loro penultimo album come hanno annunciato, se è vero ha gettato le basi perfette per chiudere questo capitolo con un gran disco. 

TRACKLIST

01. BUZZCUT (feat. Danny Brown) (03:21)
02. CHAIN ON (feat. JPEGMAFIA) (03:21)
03. COUNT ON ME (02:35)
04. BANKROLL (feat. A$AP Rocky & A$AP Ferg) (03:22)
05. THE LIGHT (03:42)
06. WINDOWS (feat. SoGone SoFlexy) (06:11)
07. I'LL TAKE YOU ON (feat. Charlie Wilson) (04:14)
08. OLD NEWS (feat. Baird) (03:13)
09. WHAT'S THE OCCASION? (03:45)
10. WHEN I BALL (03:23)
11. DON'T SHOOT UP THE PARTY (03:07)
12. DEAR LORD (02:02)
13. THE LIGHT PT. II (04:18)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.