«A COLLECTION OF ICE CREAM VANS VOL.2 - Tele:Funken» la recensione di Rockol

Tele:Funken - A COLLECTION OF ICE CREAM VANS VOL.2 - la recensione

Recensione del 08 giu 2000

La recensione

E’ freddo quanto l’interno dei furgoni dei gelati evocati nel titolo questo album di Tele:funken, e basta ascoltare “Theme from tele:funken” per avere un’idea del vento polare che tira nel disco: una specie di versione decisamente meno caustica dei Residents alle prese con una frase di sapore jazz (un contrabbasso campionato?) incrociata con un motivetto quasi muzak. La giustapposizione di parti melodiche minimali, rigorosamente costruite su suoni elettronici, ricorre spesso con risultati che vanno dalla curiosa serenità sintetica di “Lickatape” - che fa pensare a una sorta di quadretto bucolico da laboratorio - e della conclusiva “Track 12”, fino all’atmosfera sinistra di “Crescent 9” e “Bluewhite”. In “@ 5 o’clock” e in “Empire state:funken” i pattern di batteria elettronica danno a tratti un beat più scandito rispetto a quanto avvenga negli altri brani, ma l’accenno a una timida ballabilità (attenzione, è una parola da prendere con le pinze, per il dance floor qui non c’è proprio niente di utilizzabile). Tutto l’album si regge su gelide tessiture elettroniche, se si fa eccezione per gli scarni tocchi pianistici che si infiltrano in “Ode to Louis Hardin”, ed è francamente difficile da reggere per chi non è un “hardcore fan” di questo tipo di sonorità. Comunque, seguire il modo in cui vengono costruiti i pezzi e come si intersecano le varie parti può essere un’esperienza d’ascolto interessante anche per gli ascoltatori non specialisti, a patto di prenderla in piccole dosi. Tele:funken quindi si può considerare un nome da tenere d’occhio, tenendo presente che si tratta comunque di materiale destinato a una élite ristretta.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.