«JUDEE SILL - Judee Sill» la recensione di Rockol

I dischi fondamentali del rock: "Judee Sill" di Judee Sill

Un album al giorno attraverso le recensioni del libro "Rock: 1000 dischi fondamentali. Più 100 dischi di culto”, curato da Eddy Cilia e Federico (con Carlo Bordone e Giancarlo Turra) per Giunti. Ecco la nostra scelta odierna dalla sezione “Culti”

Recensione del 27 ago 2020

Voto 10/10

La recensione

Cantava De Andrè che i diamanti sono sterili e dal letame nascono i fiori.

Un concetto simile esprimeva Judee Sill in un’intervista del 1972: “È nel fango che cresce il loto”. Poteva dirlo con cognizione di causa la ventisettenne cantautrice californiana, avendo trascorso la vita intera rivoltandosi con il corpo metaforicamente nel primo – bad girl se mai ve n’è stata una nel rock: nella sua fedina penale detenzione di sostanze, spaccio, prostituzione, truffe, rapine a mano armata – nel mentre l’anima anelava a una bellezza assoluta. Di lì a sette anni sarà cenere disciolta nel Pacifico, probabilmente suicida, indimenticabile per quanti l’avevano incrociata nel breve cammino terreno e già dimenticata da un’industria discografica che aveva scommesso su di lei come su una nuova Joni Mitchell dopo che i Turtles avevano portato in classifica "Lady-O".

In prima persona Judee nelle graduatorie di vendita non entrò mai, neppure quando andò in tour con i CS&N all’apice della fama e suoi grandi ammiratori. Relegata a segreto iniziatico dalla trentennale irreperibilità dei suoi due soli album (dopo questo HEART FOOD, del 1973), Judee Sill è riemersa dalle nebbie del tempo seguendo percorsi quanto mai tortuosi. Da allora in molti la considerano sorta di contraltare al femminile di Nick Drake. Solo, dalla vita infinitamente più drammatica.

Il testo qui sopra riprodotto è tratto, per gentile concessione dell'editore e degli autori, dal volume "Rock: 1000 dischi fondamentali. Più 100 dischi di culto” , curato da Eddy Cilia e Federico Guglielmi (con Carlo Bordone e Giancarlo Turra) , edito da Giunti nel 2019.  Il libro è acquistabile qui.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.