«MONTANA - French Montana» la recensione di Rockol

“MONTANA”: French Montana è tornato più forte di prima

Nonostante i recenti problemi di salute, il nuovo album del rapper classe '84 mostra poche debolezze

Recensione del 01 gen 2020 a cura di Riccardo Primavera

La recensione

“Unforgettable”, “No Stylist”, “Writing On The Wall”: nell'ultimo periodo è difficile non trovare un pezzo di French Montana in heavy rotation, quando si entra in un club qualunque. Sarebbe però un grave errore considerare il rapper marocchino, naturalizzato statunitense, un “semplice” hitmaker. La carriera di French Montana è infatti contraddistinta da una mole smisurata di lavori, tra mixtape, album, collaborazioni e singoli vari. Sin dal trasloco negli Stati Uniti a fine anni '90, la passione di French per il rap era già palese, ma nonostante gli esordi nel 2002 – con l'alias Young French -, il primo album ufficiale è arrivato solo nel 2013, “Excuse My French”. Per rendere l'idea di quanto Montana fosse già affermato nella scena, nonostante si trattasse del suo disco d'esordio, bastano due informazioni: il disco ha debuttato alla numero quattro della Billboard 200, e all'interno comparivano collaborazioni di Snoop Dogg, Ne-Yo, 2 Chainz, Nicki Minaj, Drake, The Weeknd e altri ancora.

Ad oggi “Unforgettable” con Swae Lee, contenuta nel suo album del 2017 “Jungle Rules”, rimane il suo più grande successo. Con oltre un miliardo di stream accumulati su Spotify, sei dischi di platino negli U.S.A. E certificazioni simili in tutto il mondo, è il suo brano più conosciuto. Dopo aver girato il video per la traccia in Uganda, Montana è rimasto talmente colpito dalla situazione del paese da voler intervenire in prima persona, raccogliendo oltre mezzo milione di dollari per la costruzione di un ospedale.

Il terzo album in studio di French Montana si intitola “MONTANA”, e arriva a due anni di distanza da “Jungle Rules”, ultimo progetto pubblicato dal rapper. Diversi sono i nomi coinvolti, sia al microfono che alle macchine. Come producer figurano Prince 85, Harry Fraud, Juicy J, Cool & Dre, SAP, Cardo, Mixx, Couture, Scorp, Mally Mall, Louis Bell, Rvssian, Stephen McGregor, London on da Track, Hector Chaparro, Ben Billions, Ashton Vines, Murda Beatz, Yo Asel e lo stesso French su diverse tracce. I featuring sono invece di Juicy J, Kodak Black, Kevin Gates, Belly, Chinx, Max B, Post Malone, Cardi B, Swae Lee, Chris Brown, PartyNextDoor, Logic, A$Ap Rocky, Quavo, Drake, City Girls, Blue Face e Lil Tjay.

Anticipato da diversi singoli – tra cui “No Stylist” e “Writing On The Wall”, che hanno trainato il disco -, “MONTANA” si è rivelato essere un progetto molto più profondo di quanto le hit estratte potessero suggerire. La prima cosa che colpisce è l'ampiezza: si tratta a tutti gli effetti di una sorta di doppio album, per un totale di 20 tracce, un numero elevato per i tempi discografici attuali. Il gran numero di collaborazioni presenti aggiunge notevole varietà al lavoro, grazie alla mescolanza di stili che i nomi coinvolti portano con sé. Troviamo infatti brani che strizzano l'occhio a sonorità più pop – come “Writing On The Wall”, “Wanna Be” o “Out Of Your Mind” -, pezzi studiati per i club come “Wiggle It” o “Twisted”, ma anche brani dal sound più classico come 50's & 100's” con Juicy J. Montana inserisce nel disco tutti i tratti tipici della sua produzione: c'è l'autocelebrazione, c'è l'ostentazione, c'è l'arroganza, ci sono la leggerezza e l'attitudine da party, ma ci sono anche momenti più introspettivi e lenti, nei quali le liriche la fanno da padrone e viene fuori la capacità del rapper di svestire i panni dell'hitmaker e indossare - in parte - quelli del liricista. Nascono così brani nei quali French Montana parla delle difficoltà superate, del successo guadagnato ma col sudore della fronte, come nell'omonima traccia d'apertura o in “Say Goodbye”.
“MONTANA” è un disco forse pesante in alcuni punti, in virtù della lunghezza e della leggera ripetitività di fondo di alcune tracce, ma gli aspetti positivi superano di gran lunga i difetti, e non sono pochi i brani a meritare ben più di un ascolto.  

TRACKLIST

#1
01. Montana (03:26)
04. What It Look Like (02:49)
06. Salam Alaykum (04:07)
07. That Way (02:14)
08. Say Goodbye (feat. Belly) (03:47)
09. Coke Wave Boys (feat. Chinx & Max B) (04:13)

#2
05. Hoop (feat. Quavo) (03:11)
09. Saucy (03:56)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.