«FREE - Iggy Pop» la recensione di Rockol

La libertà dell'Iguana su 33 giri

L'edizione su vinile di "Free" recensita da Vinyl, per il gusto di un'esperienza ancora più "made in Iggy"

Recensione del 17 nov 2019

La recensione

di redazione Vinyl

Il “padrino del punk” non ha mai disdegnato flirt con altri generi, anche molto distanti dal rock.
E con questo Free, annunciato e pubblicato quasi a sorpresa nel corso di poche settimane, ribadisce il concetto.

Lo fa in maniera quasi spiazzante, riesumando le atmosfere vagamente free jazz del criticato – sul finire del secolo scorso – Avenue B, con un pizzico di intellettualismo alla Après (il suo disco da chansonnier del 2012).
Nel mix troviamo anche un filo di ambient/elettronica, giusto per ribadire che a lui piace non fossilizzarsi e restare al passo con i tempi.

CONTINUA A LEGGERE SU DEAGOSTINIVINYL.COM

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.