«WHEN 20 SUMMERS PASS - Shelter» la recensione di Rockol

Shelter - WHEN 20 SUMMERS PASS - la recensione

Recensione del 05 mag 2000

La recensione

Ray Cappo, voce e leader degli Shelter, deve aver capito che l’esperienza musicale con una major label non gli avrebbe reso né la vita più facile, né più sicura dal punto di vista economico. L’aver sbattuto le porte in faccia alla Roadrunner dopo due album e l’essersi “sfogato” con il side-project Better Than A Thousand ha decisamente rinfrancato e motivato lo spirito ‘hare krishna’ di Ray, riunitosi qui nuovamente con il fedele amico Porcell. Smentite quindi le voci che davano per finiti gli Shelter, eccoli con un nuovo disco ed una nuova label. Ray in tutta la sua carriera con gli Shelter non si è mai dimostrato un predicatore assillante e non ha mai voluto accettare questo ruolo. Così in “When 20 summers pass” la regola è la stessa: condividere con il pubblico parole ed esperienze spirituali senza imporre niente a nessuno. La musica che fa da contorno alle liriche costruite dall’atletico frontman è il tipico Shelter-sound, in altre parole un hardcore melodico che sa donare momenti di pura emotività ad altri più “fisici” ed urgenti, a cominciare dalla stessa title-track. Registrato con il mitico Don Fury e mixato dall’amico Ken Olden (Better Than A Thousend, Battery, Damnation A.D.), l’album non tradisce le aspettative di chi conosceva già il gruppo, confezionando dei potenziali hits come “Song of brahma” e “In the van again”, il cui impatto è paragonabile solo alla nota “Here we go” trasmessa qualche anno fa anche da MTV. La potenza di questa band è proprio il saper coniugare ritmi orecchiabili, influenze punk-hardcore (“Killer of my dreams”) e testi che raccontano di esperienze e riflessioni su quello che accade intorno a noi. Spiritualità certo, ma anche sentimenti ed emozioni, soprattutto in “Don’t walk away” e “Crushing someone you love”, delle canzoni che mettono a nudo un cuore spezzato.
Insomma, “When 20 sumers pass” è decisamente una conferma dell’ottimo stato di salute goduto da Ray&Porcell.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.