«FUTURO IMPROVVISO - Gianni Togni» la recensione di Rockol

Gianni Togni, (quasi) quarant'anni dopo 'Luna': il nuovo album 'Futuro improvviso'

Il cantautore romano torna con un nuovo album, il quindicesimo della sua carriera: "Amo il pop perché mi dà la possibilità di mischiare tanti e diversi tipi di scrittura", dice.

Recensione del 25 set 2019 a cura di Redazione

La recensione

Il cantautore di "Luna" torna sulle scene con un nuovo album, il quindicesimo della sua carriera. Si intitola "Futuro improvviso" e anticipa di un anno i festeggiamenti per il quarantennale della hit che nel 1980 spedì Gianni Togni in cima alle classifiche (e che quest'anno, per celebrare a modo suo il cinquantesimo anniversario dell'allunaggio, Jovanotti ha reinterpretato, cantandola pure sul palco di una tappa del Jova Beach Party insieme allo stesso Togni).

Piuttosto che celebrare il suo passato il cantautore romano ha preferito far ascoltare al pubblico nuove canzoni: quelle di "Futuro improvviso" sono frutto di tre anni di lavoro in studio di registrazione (tanti ne sono passati dall'uscita del precedente disco di Togni, "Canzoni ritrovate" del 2016). A livello di suoni, "Futuro improvviso" è un disco pop, semplice e diretto: "Amo il pop perché mi dà la possibilità di mischiare tanti e diversi tipi di scrittura, cosa difficile da fare quando si insegue un solo genere", spiega il cantautore.

La registrazione di tutti i brani contenuti nell'album è stata fatta rigorosamente in analogico, su nastro da due pollici 24 tracce, usando microfoni, effetti e mixer vintage, spesso a valvole: un lavoro certosino, quello fatto da Togni, nel tentativo di ricreare il suono caldo e preciso che caratterizzava i dischi prima dell'era digitale. Non solo: per andare incontro alle differenti caratteristiche di esperienza di ascolto sono stati fatti tre missaggi analogici, leggermente diversi per vinile, cd e download digitale. Sul vinile sono incise solo le 10 canzoni inedite (5 per ogni lato). Nel cd (contenuto nella confezione del vinile oppure venduto in modo indipendente) si aggiungono quattro versioni acustiche di alcuni brani - in modo da evidenziare chiaramente le differenze di forma - e due tracce strumentali inedite dal ritmo blues e con giochi armonici di chitarra. L’album in formato digitale è nella versione completa di sedici tracce.

TRACKLIST

01. Voglio correre - Senza freni (03:45)
02. Un'autostrada di storie (04:14)
03. Sarà un giorno migliore (04:06)
04. Sì lo so (04:24)
05. Tutti giù per terra (04:12)
06. Note a margine (04:00)
07. Senza un motivo apparente (03:59)
08. Vado via con me (04:41)
09. Il circo (03:46)
11. Voglio correre (senza freni) - Versione acustica (03:46)
12. Sì lo so - Versione acustica (04:09)
13. Note a margine - Versione acustica (04:39)
14. Senza un motivo apparente - Versione acustica (03:57)
15. Progressivamente blues - Strumentale (04:11)
16. Start - Strumentale (03:42)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.