«LIBERTA' - Rocco Hunt» la recensione di Rockol

"Libertà": Rocco Hunt e la maturità

Il nuovo album del rapper salernitano è il ritratto di un venticinquenne cresciuto prima del tempo, nel bene e nel male

Recensione del 03 set 2019 a cura di Riccardo Primavera

La recensione

Sin dal suo esordio nel 2010, con il mixtape “A' music è speranz”, Rocco Hunt aveva già lasciato intendere di avere la stoffa del rapper. La conferma arriva l'anno successivo con il secondo mixtape, “Spiraglio di periferia”, tutt'ora considerato uno dei migliori progetti indipendenti post-2010, che ha assegnato a Rocco Hunt le stigmate dell'enfant prodige del rap italiano. Da allora, nell'ultimo decennio, si sono succeduti senza soluzione di continuità diversi traguardi importanti: nel 2013 l'uscita di “Poeta Urbano”, il suo primo disco ufficiale, per Sony; nel 2014 la vittoria nella sezione “Nuove Proposte” di Sanremo – primo di sempre a farlo con un brano rap – grazie a “Nu juorno buono”; nel 2015 la partecipazione - come autore - alla realizzazione di “Roma-Bangkok”, che proprio nel 2019 è stato certificato disco di diamante, secondo singolo italiano di sempre a riuscirci. A ciò si aggiunge un altro album in studio - “SignorHunt”, nel 2015 -, una seconda partecipazione a Sanremo – nel 2016, terminando nono con il singolo “Wake Up” - e ben due ruoli cinematografici, in “Zeta” di Cosimo Alemà e in “Arrivano i prof” di Ivan Silvestrini, uscito nel 2018.

Dopo una serie di singoli pubblicati tra 2017 e 2018, il 2019 è l'anno del nuovo album di Rocco Hunt. Il progetto si intitola “Libertà”, prodotto e distribuito da RCA Records/Sony Music Italy. A quattro anni di distanza da “SignorHunt”, il giovane rapper salernitano ha chiamato a raccolta diversi artisti per collaborare all'album, collaborando per la prima volta con alcuni di loro. Le produzioni sono firmate da Boss Doms, Takagi & Ketra, Zef, Da Honorable C.N.O.T.E., Nazo, Neffa, Musta, 2nd Roof; le tre bonus track vedono inoltre strumentali di Mace – con co-produzione di Zizzed -, 2nd Roof e Nazo. Compaiono inoltre strofe e ritornelli di Achille Lauro, J-Ax, Boomdabash, Clementino, Geolier, e Neffa, a cui nelle bonus track si aggiungono Gemitaiz, Speranza e Nicola Siciliano.

Se “A' music è speranz” e “Spiraglio di periferia” avevano rappresentano gli esordi, permeati da un'incontrollabile energia giovanile, “Libertà” è il disco della maturità di Rocco Hunt. Sembra strano dirlo, visto e considerato che comunque il rapper campano ha solo 25 anni e appena 3 album ufficiali all'attivo. Vittorie e traguardi, successi e fallimenti hanno però già plasmato il cuore e il carattere dell'artista, che negli ultimi anni è anche diventato padre, uno di quei cambiamenti che nella vita ti portano inevitabilmente a maturare ulteriormente. Il risultato di un simile percorso di vita è estremamente tangibile nel disco: “Libertà” racchiude molte delle sfumature alle quali Rocco Hunt ci ha abituato negli anni, sia a livello lirico che sonoro, facendole però coesistere con estrema naturalezza e coerenza. Ci sono le ballad, ci sono le canzoni d'amore dalle atmosfere più leggere, ci sono singoli energici che strizzano l'occhio – senza nasconderlo – al pop; allo stesso tempo però ci sono pezzi malinconici, pezzi rabbiosi che fungono da valvola di sfogo, qualche episodio agrodolce che si abbandona sul viale dei ricordi, ma anche momenti di rap più hardcore. C'è la canzone di protesta – tanto per la situazione sociale campana quanto per quella italiana – in “Non è giusto”, a cui fa seguito, anzi quasi contraltare, un sentito omaggio al Belpaese, “Benvenuti in Italy”; c'è la sensazione di essere davanti ad una poesia maledetta, ma rivolta ad un futuro migliore, in “Mai più” con Achille Lauro; ci sono i tormentoni catchy dei ritornelli di “Ti Volevo Dedicare” - con J-Ax e i Boomdabash – e “Maledetto Sud” con Clementino. C'è tanto amore in “Libertà”: la dedica triste ma sentita in “Nisciun'” con Geolier, le note sognanti e quasi disneyane in “Se Tornerai” con Neffa, la drammatica rabbia in “Grande Bugia”, e altro ancora. Rocco Hunt dà l'impressione di aver riversato tutto se stesso in “Libertà”, senza preoccuparsi di censurarsi e senza limitarsi alla rincorsa del facili consensi. Si è messo in gioco a più riprese, sia a livello di testi che musicale, sperimentando senza stravolgersi, e il risultato finale è la riprova dell'ottimo lavoro svolto. L'ennesima riprova che è impossibile realizzare un brutto disco, se nelle canzoni ci si racconta con onestà.

TRACKLIST

01. Mai Più (feat. Achille Lauro) (03:20)
02. Nun Se Ne Va (03:09)
03. Ti Volevo Dedicare (feat. J-AX & Boomdabash) (03:28)
04. Maledetto Sud (feat. Clementino) (03:45)
05. Street Life (03:16)
06. Nisciun' (feat. Geolier) (02:24)
07. Buonanotte Amò (02:42)
08. Se Tornerai (feat. Neffa) (03:41)
09. Discofunk (03:16)
10. Nun Me Vuò Bene Cchiù (02:32)
11. Libertà (03:20)
12. Grande Bugia (03:18)
13. Nun E' Giusto (03:23)
14. Benvenuti In Italy (03:16)
15. Cuore Rotto (feat. Gemitaiz & Speranza) - Nfam' Version (03:03)
16. Ngopp'A Luna (02:14)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.