«GELIDA ESTATE - Guè Pequeno» la recensione di Rockol

"Gelida Estate": Guè Pequeno estivo è sempre Guè Pequeno

Il nuovo EP del rapper milanese è l'ennesima conferma che non esiste sonorità su cui Guè Pequeno non possa rappare

Recensione del 21 giu 2019 a cura di Riccardo Primavera

La recensione

Anche nel 2019, tutto si può dire di Gué Pequeno, tranne che non sia stato incredibilmente prolifico. Prima il tour di “Sinatra” – il suo album uscito nella seconda metà del 2018 -, con annesso uno storico sold out al Forum di Assago di Milano, raccontato da un documentario trasmesso su Rai 2; poi diversi featuring e collaborazioni, da Myss Keta a Side Baby; a tutto ciò va aggiunto l'esser sbarcato in televisione, come giudice di The Voice of Italy, che lo ha portato a collaborare anche con Gigi D'Alessio. Tutto ciò, ovviamente, in soli 6 mesi: un vero e proprio stakanovista, che conclude la prima parte del 2019 con il nuovo EP “Gelida Estate”.

Il progetto si compone di 5 brani, tutti inediti – ad eccezione di “Montenapo”, singolo che ha anticipato l'uscita del progetto. Proprio in “Montenapo” compare Lazza, uno dei due featuring del progetto; l'altro è il rapper marocchino-tedesco Farid Bang. Le produzioni sono invece affidate agli italiani 2nd Roof, Night Skinny, Daves The Kid, e agli internazionali Bobby Kritical – che ha già collaborato, tra gli altri, con Lil Wayne e Lil Uzi Vert – e l'olandese Ramiks.

“Gelida Estate” è un progetto perfetto per l'estate, ma non è composto da soli brani “estivi”. L'EP sarà sicuramente protagonista del tour estivo di Guè, ma si apre con una dichiarazione d'intenti che è tutt'altro che un'allegra hit da cantare sotto l'ombrellone. “Niente Photo” è infatti uno street banger crudo, dalle tinte scure e ipnotiche – si sente la scuola Atlanta nella produzione di Kritical -, ed è una pioggia di incastri, autocelebrazione e crudezza. Il resto del disco non torna su atmosfere del genere, ma si distingue proprio per una discreta varietà, nonostante il numero esiguo di tracce. “Bamba” è una traccia latina, riconferma di quanto questo sound – preponderante in “Sinatra” - sia uno dei preferiti dell'ex-Club Dogo; “Montenapo” con Lazza è invece un esercizio di stile, tra citazioni e arroganza, dall'impatto più tenue grazie alla leggerezza della strumentale dei 2nd Roof. Il disco si chiude con “Maledetto” e “President Rolly”: la prima è una traccia più introspettiva – la prima strofa è incredibilmente schietta e sincera -, mentre la seconda – che vede il featuring di Farid Bang – è la chiusura del cerchio. Il disco si apre infatti con un pezzo super street, e si chiude con un pezzo street, anche se la strumentale è decisamente meno cupa. L'ennesima dimostrazione che non ci sono sonorità su cui Guè Pequeno non sappia – o non voglia – rappare, in qualunque stagione dell'anno.

TRACKLIST
01. Niente Photo - (02:39)
02. Bamba - (02:18)
03. Montenapo (feat. Lazza) - (03:08)
04. Maledetto - (03:11)
05. President Rolly (feat. Farid Bang) - (03:03)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.