Rockol - sezioni principali

Recensioni / 26 mag 2019

Banco del Mutuo Soccorso - TRANSIBERIANA - la recensione

Il Banco non ha dimenticato gli anni ’70 ma ha capito che siamo nel 2019, senza cedere a inutili mode: "Transiberiana".

L'album, che abbiamo ascoltato in vinile, giunge a colmare un buco che stava diventando troppo profondo, quello della produzione originale del Banco, che negli ultimi anni si era concentrato sulla dimensione live,.

Voto Rockol: 4.0/5
TRANSIBERIANA
nside Out Music / Sony Music (Vinile)
Powered by     

 

di Redazione Vinyl

Questo è il terzo album di inediti che il BMS pubblica in trentacinque anni, dopo …E via (1985) e Il 13 (1994). Dopo quest’ultimo aveva realizzato solo live (sia con 20 minuti di musica inedita come in Nudo del 1997, legacy edition).

Il gruppo si è concentrato per troppi anni sulla dimensione concerti, dimenticando l’importantissima produzione discografica originale. Transiberiana giunge a colmare un buco che stava diventando troppo profondo. Specialmente in un momento così delicato dopo la morte di Francesco Di Giacomo e Rodolfo Maltese.

Diciamo subito che è un album bello, solido, suonato alla grande. Sicuramente il migliore possibile per questa nuova avventura con la Inside Out, etichetta internazionale che sta puntando sui nomi storici del nostro prog.

CONTINUA A LEGGERE SU DEAGOSTINIVINYL.COM

Lato A
 Stelle sulla terra 
L'imprevisto
La discesa dal treno 
Lato B
L'assalto dei lupi
Campi di Fragole
Lo sciamano
Eterna Transiberiana

Lato C
I ruderi del gulag
Lasciando alle spalle
Il grande bianco
Oceano: Strade di sale

Lato D
Metamorfosi
Il ragno