«DOMINO' - Vieja Trova Santiaguera» la recensione di Rockol

Vieja Trova Santiaguera - DOMINO' - la recensione

Recensione del 05 apr 2000

La recensione

Oh, the good ole days... Cuba, Cuba, Cuba... quel suono che, come direbbe una pubblicità, “quando lo assaggi non ti sbagli”.... Parallela alle traiettorie e ai trionfi di pubblico dei Buena Vista Social Club e di Compay Segundo scatenato solista, la Vieja Trova Santiaguera prosegue in tutta tranquillità il suo cammino, mescolando nella sua proposta musicale i più famosi e celebrati moduli musicali in voga sull’Isola, primi di tutti bolero e guaracha, diffusi specialmente nella provincia dell’est, cui appartiene Santiago de Cuba. E’ proprio in quella splendida e negra città che sorge e regna incontrastata la Casa de la Trova più celebrata del mondo, ed è proprio in quello storico locale che i componenti della Vieja Trova Santiaguera si sono fatti le ossa, portando poi la propria musica in giro per il mondo. Ormai il gruppo, che è costituito da musicisti in pensione – come sapete i musicisti a Cuba lavorano per lo stato e poi vanno in pensione - nel corso dei suoi numerosi anni di attività ha già cambiato diversi elementi, senza mai venire meno all’originalità e alla personalità della propria proposta. E una riprova di questo è data anche da questo album, che mescola classici della tradizione cubana come “Cuidadito compay gallo” e “Si no fuera por Emiliana”, firmata da Carlos Puebla, ad altre composizioni meno famose nella mente dei più giovani ma inossidabili in quella dei più attempati tra gli appassionati di musica cubana. I cinque componenti della formazione si dimostrano maestri del proprio genere e ci piacerebbe proprio poterne ammirare un concerto, un giorno, anche in Italia, magari al posto della sesta serie di concerti di Compay Segundo. Un’ultima notazione per il titolo dell’album, “Domino”, dedicato a una grande passione dei vecchi cubani, il gioco del domino. Viene quasi da sorridere a paragonarlo al Nintendo dell’ultima generazione, eppure la copertina che raffinuga il gruppo intorno a un tavolo a giocare a domino non è solo il risultato di una foto posata: è anche qualcosa che la dice lunga sull’attitudine di un popolo, che ha sempre rimediato con la fantasia a limiti di altro tipo (e per questa volta ci fermiamo qui, con l’apologia dei cubani!). Un ottimo disco, da ballare e da ascoltare, lo sfondo di una bella fiesta di primavera...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.