«THE HURRICANE - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - THE HURRICANE - la recensione

Recensione del 04 apr 2000

La recensione

Si sente parlare piuttosto bene di questa pellicola. Ne siamo lieti, perché la sua colonna sonora compie un vecchio miracolo, che si verificava spesso quando sia la musica che il cinema avevano più a che fare con l’immaginazione e meno con il Santo Mercato. Ovvero, fa venir voglia di vedere il film. La vicenda raccontata da Norman Jewison (già regista di “Jesus Christ Superstar”) va a ritroso nel tempo, partendo dagli anni ’90, col pugile Rubin Carter in galera da più di vent’anni. E l’album fa la stessa cosa: parte dal panorama attuale della black music, con una sorta di supergruppo impegnato nel brano d’apertura, “Hurricane” (conservando solo due accordi del classico di Dylan, anch’esso presente nel disco) per poi procedere, un brano dopo l’altro, in una cavalcata affascinante, che rende possibile l’accostamento di Ray Charles e K-Ci & Jojo, di Etta James e Me’Shell Ndegeocello. E’ quasi con stupore, dopo aver fatto la bocca (amara) a schifezze tipo “Notting Hill” e relativa confetteria sonora, che vediamo che c’è ancora chi, nel curare una soundtrack, sa fare il suo lavoro, pescando brani non a caso ma guidato da passione e fiducia nelle capacità di raccontare della musica, e non relegandola a tappezzeria subliminale. L’esempio più evidente è “The revolution will not be televised” (Gil Scott-Heron), primo rap della storia, che racconta la propria epoca ma getta anche il seme per quelle successive, nel segno di una continuità. Per ricordare che quegli anni ’70 non sono un’altra era geologica: li ritroviamo nella musica di oggi come nel destino di un uomo che picchiava sodo, e non pensava che la vita potesse dargliene ancora più sode.

Tracklist:

“Hurricane” - Black Thought/Common/Mos Def/Dice Raw/Flo Brown/Th Jazzyfatnastees/The Roots
“Little brother” - Black Star
“Love sets you free” - Kelly Price & Aaron Hall
“I don't know” - The Jazzyfatnastees
“Isolation” - Me'Shell Ndegeocello
“The revolution will not be televised” - Gil Scott-Heron
“One more mountain (Free again)” - K-Ci & Jojo
“Hurricane - Bob Dylan”
“Hard times no one knows” - Ray Charles
“In the basement” - Etta James
“Still I rise” - Melky Sedeck
“I don't know” - Ruth Brown
“So amazing” - Clark Anderson
“The suite” - Christopher Young
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.