«VOL.3...LIFE AND TIMES OF S.CARTER - Jay-Z» la recensione di Rockol

Jay-Z - VOL.3...LIFE AND TIMES OF S.CARTER - la recensione

Recensione del 01 apr 2000

La recensione

“Vol. 3…life and times of S. Carter”
Roc-a-fella/Def-Jam

Dopo un inizio tentennante, Jaz-Z negli ultimi due anni si è imposto al pubblico americano e agli appassionati di hip hop in tutto il mondo come uno dei rapper più interessanti e tecnicamente capaci della scena internazionale. Non a caso tra il 1998 e il 1999 l’ex pusher di Brooklyn ha ricevuto un grammy award e venduto davvero parecchi dischi, imponendo il suo nome nell’olimpo dei migliori esponenti del genere. Il nuovo disco “Vol. 3…life and times of S. Carter”, più che al precedente “Vol. 2: hard knock life” sembra collegarsi a “In my lifetime, Vol. 1”, certamente il suo lavoro più riuscito, pubblicato nel 1997. Nelle 16 tracce (più due hidden tracks) Shawn Carter ripercorre se stesso, dalla vita di strada agli esordi nel music business fino al suo recente status di hip hop star, e lo fa aggiungendo al suo stile una forza e un vigore inaspettati. Le rime, spesso autobiografiche, tagliano come lame e Jay-Z riesce a fare del suo stile una perfetta macchina del ritmo, senza sbavature e con una velocità a tratti impressionante. Talvolta i versi si spostano sul filosofico e mostrano un lato più introspettivo dell’artista: “…prigioniero delle circostanze/fragile negro, non ho potuto lavorare con le mie mani/ma il mio cervello è stato forte”, una sorta di descrizione intima e personale in “Dope man”. La struttura musicale è perfetta e mai eccessiva, anzi, rispetto a tante produzioni hip hop il lavoro sembra meno pompato del dovuto. In realtà stupisce come un album così originale e davvero lontano dalle commercialissime produzioni alla Will Smith possa ottenere tanto successo negli States. Evidentemente il popolo hip hop sembra badare anche alla sostanza e questa volta ha premiato davvero uno che se lo merita. Al disco partecipano uno stuolo di ospiti importanti tra i quali segnaliamo Mariah Carey, Missy Elliot, Juvenile, Amil e Twista.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.