«THEMAGOGIA - The André» la recensione di Rockol

The André - THEMAGOGIA - la recensione

Recensione del 24 gen 2019 a cura di Redazione

La recensione

Il progetto The André è nato esattamente un anno fa, quando su YouTube sono spuntate alcune divertenti cover di pezzi trap come "Tran tran" di Sfera Ebbasta, "Cono gelato" della Dark Polo Gang e "Habibi" di Ghali accreditate ad un misterioso cantante con il timbro abbastanza simile a quello dell'originale De André e "tradotte" alla maniera di quest'ultimo, con arrangiamenti creati ex novo e testi leggermente rielaborati, più vicini alla poetica del cantautore genovese che a quella dei trapper. Alle "traduzioni" di Sfera Ebbasta, Dark Polo Gang e Ghali hanno fatto poi seguito anche le riletture di canzoni di artisti di punta della scena indie, da Coez ("Faccio un casino") a Calcutta ("Orgasmo"), passando per Lo Stato Sociale ("Mi sono rotto il cazzo"). Ora arriva un album, questo "Themagogia - Tradurre, tradire, trappare", che di fatto prova a trasformare un fenomeno nato sul web in un fenomeno discografico.

Se c'è una cosa interessante, nel progetto The André, è il modo in cui riesce ad unire diversi linguaggi e diversi mondi: il linguaggio del video e l'essere senza volto, la viralità del web e dei social con il cantautorato e la trap. Tutte le musiche e le rielaborazioni dei testi delle canzoni presenti in "Themagogia" portano la firma dello stesso The André (non sappiamo chi si nasconde dietro quegli occhiali scuri e sotto quel cappuccio), ad eccezione di "Maddalena", musicata da Joaquín Sabina su testo di The André e Gaetano Petronio.

Si va da "Ballata dell'ambulanza" (Young Signorino) a "Madonnina" ("O mia bela Madunina", Giovanni D'Anzi), passando per "Britannico" ("British", Dark Polo Gang), "Canzone dell'affitto" ("No pago afito", Bello Figo), "Vendetta vera" (Trucebaldazzi), "Marito" ("Mi sono innamorato di tuo marito", Cristiano Malgioglio) e "Habibi" (Ghali). C'è spazio anche per due brani inediti, "Una canzone indie" e "Originale", scritti sempre seguendo lo stile di De André, anche nel modo ironico di raccontare la società: "Scriverò una canzone indie, piena di luoghi comuni che diventan perle per certuni".

"Se la demagogia lusinga le irrealizzabili aspirazioni delle masse, la Themagogia compie l'identica operazione in terreno musicale accarezzando le fantasie di chi vorrebbe rediviva la nostra tradizione cantautoriale più valida e di chi vuole giustificare la sua indulgenza verso la musica contemporanea", spiega The André a proposito della filosofia del suo progetto, che è al tempo stesso una traduzione, un tradimento (una trasformazione scherzosa, una parodia tanto di De André quanto delle star della trap italiana) e una trappata (soprattutto nell'atteggiamento, goliardico e beffardo).

TRACKLIST

01. Ballata dell'Ambulanza (03:11)
02. Britannico (02:35)
03. Canzone dell'affitto (04:07)
04. Vendetta Vera (03:02)
05. Una canzone indie (03:51)
06. Marito (02:50)
07. Maddalena (04:13)
08. Madonnina (02:58)
09. Habibi (02:10)
10. Originale (05:30)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.