«HEART TO MOUTH - LP» la recensione di Rockol

LP, il ritorno dopo "Lost on you" e "Other people": la recensione del nuovo album

La cantautrice torna per dimostrare che oltre ad un paio di tormentoni c'è qualcosa di molto più interessante. Ecco com'è il nuovo album "Heart to mouth".

Recensione del 07 dic 2018 a cura di Redazione

La recensione

Quattro album in studio alle spalle, LP è stata "scoperta" dal grande pubblico solamente negli ultimi due anni. Ricordate? Era l'estate del 2016 e a sua "Lost on you" cominciò a scalare con decisione le classifiche di diversi paesi - Italia compresa, dove ha conquistato ben quattro Dischi di platino per le oltre 200.000 copie vendute. Fino ad allora Laura Pergolizzi, questo il nome della cantautrice di origini italiane, si era sempre accontentata di vedere il proprio nome tra i crediti dei dischi delle grandi popstar per le quali aveva avuto modo di scrivere canzoni, da Christina Aguilera a Rihanna, passando per Rita Ora, Cher e Leona Lewis: ora ci metteva la faccia. A distanza di due anni e mezzo dal successo di "Lost on you", poi bissato nei mesi successivi da "Other people" e "Strange", LP torna con un nuovo album, il quinto della sua carriera da cantautrice: "Heart to mouth".

Con questo album, che esce per una major, BMG, mentre i precedenti erano usciti per etichette indipendenti, LP vuole dimostrare di non essere l'ennesima meteora da un tormentone e via, ma di avere qualcosa di interessante da dire. Le lavorazioni dell'album hanno visto la cantautrice tornare a lavorare come Mike Del Rio, che l'aveva già affiancata in "Lost on you".

L'album contiene 12 nuove canzoni (tra queste anche il singolo "Recovery") che vedono LP spaziare con credibilità tra stili e generi diversi: dal neo-folk di "Hey nice to know ya" al pop spudoratamente pop di "Shaken", passando per il rock and roll di "Special" e i timbri rocciosi di "When I move over you".

"Heart to mouth" aggiunge alle hit di due anni fa una terza dimensione in cui fragilità e forza convivono: questo album raccoglie brani in cui "dal cuore si arriva alla bocca" ("Heart to mouth", appunto), dal sentimento alle parole, un cortocircuito di melodie e riti accompagnati dalla bella voce di LP. E sì, oltre a un paio di tormentoni c'è molto di più.

TRACKLIST

01. Dreamcatcher (03:15)
02. When I'm over You (04:26)
04. Girls Go Wild (03:43)
05. Recovery (03:54)
06. The Power (04:38)
07. Dreamer (03:25)
08. House on Fire (03:01)
10. Die for Your Love (03:39)
11. Shaken (03:45)
12. Special (04:21)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.