«GRRR POWER - Io e la Tigre» la recensione di Rockol

Io e la Tigre: leggi qui la recensione di "Grrr power"

Secondo album per Aurora Ricci e Barbara Suzzi, dieci pezzi punk pop in equilibrio tra rabbia e malinconia.

Recensione del 29 nov 2018 a cura di Marco Jeannin

La recensione

Tra rabbia e malinconia, alla prova del secondo disco Io e la Tigre, Aurora Ricci (ancora “Io”) e Barbara Suzzi (ancora “La Tigre”), affrontano a viso aperto paure, gioie e dolori concentrando il tutto in dieci pezzi in cui mai come oggi il duo è riuscito a coniugare così bene (spirito e suoni) punk e (melodie) pop. A tre anni dall’ottimo “10 e 9” e solo ad uno dall’EP “Per sempre” di cui scrissi qui, Io e la Tigre tornano con un lavoro chiamato a proseguire formalmente un discorso musicale ormai perfettamente stabilizzato sulle rotaie di quel punk pop di cui sopra, sempre un po’ spettinato e di pancia, proprio come piace alle nostre due, ma precisamente con un pizzico in più di rabbia e malinconia che si traducono rispettivamente i pezzi come “Singapore” e “Dammi le chiavi” (con quel tocco alla Verdena che male di certo non fa) da un lato, e “Luna piena” e “Madre di Dio” dall’altro. Nel mezzo una serie di schegge ruvide chiamate a definire meglio questo equilibrio e, soprattutto, il concetto di GRRR POWER (scritto necessariamente in maiuscolo e stilisticamente ben lungi dal più celebre girl power di Spicegirliana memoria) alla base del progetto stesso:

Il GRRR POWER per noi è la forza di affrontare le sfide della vita accettando la propria parte più fragile e vulnerabile. La forza che ti fa andare avanti anche se tutto attorno sembra voglia farti sembrare non adatta. Una forza che affonda le radici nel confronto e nel sostegno reciproco e non nell'individualismo. Una forza che non ha bisogno di farsi bella per sentirsi importante. Noi in questo preciso momento siamo l'emblema del tirare fuori questo GRRR POWER e del fregarcene del fatto che siamo inadatte agli standard. E con questo messaggio non vogliamo farci belle ma dare un segnale a chi come noi risulta molto spesso fuori luogo. Essere ciò che si vuole essere nonostante tutto richiede tanta forza e purtroppo ancora oggi è un gesto assolutamente anticonformista.

Una vera e propria dichiarazione d'indipendenza, niente da dire. E spero che Io e la Tigre mi credano quando dico che fanno bene ad andare contro tutto e contro tutti. A mantenere la barra dritta ed usare la musica per comunicare tutto quello che hanno dentro, nel modo che sentono più giusto e senza scendere a compromessi. Certo, prendendo in prestito un’espressione che negli ultimi anni è diventata di uso piuttosto comune, questo ti da un grande potere, ma anche tanta responsabilità. Aurora e Barbara comunque hanno le spalle larghe e questo disco ne è l’ennesima prova. Bentornate.

TRACKLIST

01. Ieri il mondo mi è caduto addosso (03:37)
02. Singapore (03:13)
03. Se entrambi i nostri aerei cadessero (02:56)
04. Dammi le mie chiavi (03:26)
05. Luna piena (03:50)
06. Ti prendo a pugni (03:50)
07. Il Bisonte (02:24)
08. Storie maledette (03:30)
09. Dormi bene (03:51)
10. Madre di Dio (03:26)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.