Recensioni / 30 nov 2018

Jovanotti - OH, LIVE! - la recensione

"Oh, vita!" ora è... "Oh, live!"

Jovanotti torna con un'edizione speciale di "Oh, vita!", con tanto di DVD live

Voto Rockol: 4.0 / 5
Recensione di Daria Croce
OH, LIVE!
Universal (CD + DVD)

“Qui non è il Mississippi e nemmeno Atlanta”, ma l’energia di Jovanotti è arrivata a 600.000 persone nelle 67 date del tour "Lorenzo Live 2018". Esce proprio oggi, 30 novembre, un box che contiene il DVD che racconta lo spettacolo portato in giro (in Italia e in alcuni Paesi europei) da febbraio a luglio e l’album “Oh, vita!”, prodotto da Rick Rubin e pubblicato un anno fa esatto. La regia del live è di Leandro Emede, reduce dalla mostra-evento “Lorenzo live Analogico Digitale”, con le immagini più significative dei sei mesi di tour di Jova.

Il DVD è l’occasione giusta per rivivere le emozioni dello show, dall’intro con il cartoon di Jovanotti nei panni di Don Chisciotte (firmato dal fumettista Manuele Fior e impreziosito dall’adattamento teatrale del romanzo di Cervantes, recitato da Miguel Bosé) ai giochi di luce curati da Paul Normandale (20 anni di curriculum invidiabile nel mondo dei live, tra Beastie Boys, Björk, Coldplay, Depeche Mode, Paul McCartney, Chemical Brothers e molti altri) con una scenografia di lampadari da Salone delle Feste; dal ritorno alle origini di Lorenzo in console alle jam di una band che affianca ai membri storici (Saturnino al basso, Riccardo Onori alla chitarra, Franco Santarnecchi al piano, Christian Rigano alle tastiere e synth) una base ritmica trascinante (Gareth Brown alla batteria e Leo Di Angilla alle percussioni) e una sezione fiati di tutto rispetto (Gianluca Petrella al trombone - riconosciuto tra i più talentuosi a livello internazionale - e due new entry direttamente dall’America, Jordan McLean alla tromba e Matthew Bauder al sax).

L’atmosfera è calda, il groove sempre coinvolgente e c’è un’alchimia speciale tra Jovanotti e la sua squadra. Non mancano i momenti toccanti, come quelli chitarra e voce, in cui Lorenzo si libera di ogni orpello e si mette a nudo. Uno di questi è “Chiaro di luna”, brano suggestivo di cui è uscito proprio in questi giorni il video girato ad Asmara, in Eritrea. L’architettura da Africa Orientale Italiana fa da sfondo al filmato, nei luoghi in cui, parecchi anni fa, un altro Lorenzo Cherubini (il nonno) aveva fatto il camionista.
Oltre al video, presto uscirà anche un documentario girato da Jovanotti e da Yonas Tesfamichale, che ha curato le riprese del backstage.