«ONE SHOT '80 VOLUME 8 - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - ONE SHOT '80 VOLUME 8 - la recensione

Recensione del 11 mar 2000

La recensione

Che rumore fa il fondo di un barile quando viene grattato? Forse “uansciat, uansciat”?
Forte della fiducia incondizionata tributatagli dai trentenni malati di nostalgia (e del resto, accendendo la radio è difficile dargli torto), il marchio “One Shot” propone per la prima volta una lista di pezzi che sembra davvero priva di spina dorsale. Vengono mandate avanti le retrovie delle charts degli anni ’80 - fatta eccezione per Imagination e Frankie Goes to Hollywood, i cui brani spiccano per qualità superiore in una landa desolata. Sembrerebbe un esperimento per vedere fino a che punto il pubblico è disposto a seguire questo gioco che in un anno e mezzo ha già fruttato una decina di titoli e parecchi n.1 nella classifica specializzata. Insomma, siamo arrivati a Pepsi & Shirlie, oppure agli orrendi Starship di “Nothing’s gonna stop us now” (sì, proprio quelli del “cuscino surrealista” del ’67, a fianco del veejay Paul King: da suicidarsi). Il filo conduttore della selezione dovrebbe essere la canzone d’amore in chiave elettropop, come già un anno fa a quest’epoca la collana “One Shot” aveva fatto con una compilation decisamente migliore. Ma dopo un po’ anche la nostalgia per il romantico-trash dei Cock Robin o per “It hurts” (nota come “l’altra canzone dei Lotus Eaters”, dopo “The first picture of you”) si arrende al pensiero di aver speso soldi per “Just for tonight” di Glibert Montagné o la solita, implacabile “Cheri cheri lady” dei Modern Talking. Se non si trattasse di un piccolo fenomeno di costume, oltre che di un prodotto curato con amore (quale altra compilation parla coi suoi fans e gli spiega le scelte nel libretto del cd?), non saremmo qui a preoccuparci: il mercato è intasato dalle raccolte di “oldies but goldies”: viva. Ma in questo caso, la delusione è conseguenza dello standard cui i curatori dell’appuntamento ormai trimestrale ci avevano abituato. Forse l’idea di fare un secondo “volume tematico” dedicato all’amore (a quanto pare il precedente è stato il più apprezzato dell’intera serie) si è scontrato col fatto che parecchie canzoni d’amore di prima scelta sono finite sugli altri volumi - del resto non è che i successi di classifica parlino di politica, estetica o matematica. Ma questi sembrano proprio gli avanzi, messi assieme perché dotati di maggiore contenuto zuccherino rispetto ad altre “hit”. Qualche coppia si sarà pure giurata eterno amore sulle note di “Forever young” degli Alphaville, ma siamo persuasi che i bimbi nati da tale unione siano destinati a rubare i soldi ai genitori per foraggiare la propria dipendenza dai videopoker.
Ora è in arrivo il terzo volume di “One shot disco”. Lo attendiamo, ma un po’ più all’erta rispetto a prima. In sottofondo sentiamo quel fastidioso rumore, “uansciat, uansciat”, che ci turba.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.