«PELLE - Punkreas» la recensione di Rockol

Punkreas - PELLE - la recensione

Recensione del 26 feb 2000

La recensione

Per i Punkreas arriva il momento di allargare il proprio pubblico. La band di Parabiago gode di un seguito già notevole nel giro punk, costruito in anni di concerti e produzioni indipendenti, ma “Pelle” potrebbe far drizzare le orecchie anche a chi non nutre particolari tendenze punkiste. Ciò non significa che il gruppo modifichi in modo sostanziale le loro caratteristiche nel tentativo di assecondare una fetta più ampia di mercato. Gli ingredienti infatti rimangono i soliti: muro compatto di chitarre, velocità, ritornelli immediati a due voci, sortite a tempo di reggae e ska. Però questa volta la veste sonora è più curata rispetto al passato, e pezzi aggressivi e immediati come “Voglio armarmi”, “Sosta” o “Terrorista N.A.T.O” possono funzionare a meraviglia nelle radio rock-oriented. Non si tratta comunque del pop/punk goliardico che va per la maggiore di questi tempi: i testi prendono di petto argomenti pesanti, con un linguaggio comprensibilissimo e un’ironia che li mette al riparo dal rischio di cadere in pedanti toni predicatori o in una altrettanto noiosa retorica rivoluzionaria. I Punkreas graffiano con un sorriso beffardo sulle labbra, si prendono gioco dell’ossessione americana per le armi, scrivono una sorta di manuale del taccheggio (“Sosta”, il primo singolo), spernacchiano le guerre travestite da missioni di pace, ma anche certe meschinità nel modo di pensare di molta gente comune (in “Zingari”, “Tolleranza zero”, o nel ritornello di “Terrorista N.A.T.O.”: “Se del lavavetri faccio volentieri senza/il profugo lo accetto perché lava la coscienza”). Il tutto, mettendo insieme una bella serie di riff e ritornelli efficaci. Insomma, se con “Pelle” i Punkreas dovessero effettivamente decollare in grande stile, se lo sarebbero ampiamente meritato. In caso contrario, resterebbe comunque un ottimo disco punk.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.