«NUNTEREGGAE PIù - Rino Gaetano» la recensione di Rockol

Il capolavoro di Rino Gaetano

Tutto su “Nuntereggae più”, che torna su vinile

Recensione del 21 feb 2018 a cura di Andrea Valentini

La recensione

Compie 40 anni uno dei dischi più celebri di Rino Gaetano, “Nuntereggae più”, contenente il suo cavallo di battaglia “Gianna”. Ma procediamo con ordine.

Sulla scia di grandi successi quali “Ma il cielo è sempre più blu” (1975) e “Mio fratello è figlio unico” (1976), l’artista calabrese consacra il proprio stile, condito di autoironia e nonsense, pubblicando nel 1978 il disco “Nuntereggae Più”.

Si tratta di un album solo apparentemente facile e leggero, che cela in realtà testi scomodi e di protesta, a partire dalla title track che riporta un elenco di nomi e cognomi illustri dell’Italia dell’epoca e punta il dito contro corruzione e false promesse. Rino Gaetano vuole presentare il brano a Sanremo, ma viene costretto dai discografici a cambiare idea, perché ritenuto inopportuno. Decide allora di partecipare al Festival con “Gianna”, classificandosi al terzo posto e consacrando un successo di cui la canzone gode ancora oggi.

Molti i brani toccanti, da “E cantava le canzoni”, che affronta il tema dell’emigrazione, alla suggestiva “Cerco”; da “Fabbricando case”, contro la speculazione edilizia, a “Capofortuna", certamente dedicato a un capo di partito.

Rino Gaetano purtroppo non vivrà abbastanza a lungo, morendo solo tre anni dopo in un incidente automobilistico, ma ci lascia una produzione senza tempo. Si tratta di un artista sui generis, non catalogabile. Le sue canzoni, apparentemente leggere e scanzonate, suggeriscono in realtà riflessioni profonde e mai banali. Gaetano è un cantautore che spiazza e forse è proprio questa sua originalità ad averne conservata intatta la freschezza.

All’epoca c’erano gli artisti impegnati e quelli che parlavano d’amore: Rino Gaetano non rientra in nessuna di queste categorie. La sua protesta si sviluppa attraverso l’ironia, sulle note di una musica che riesce a farci ballare e saltellare ancora oggi. E questa ristampa su vinile ci restituisce l’emozione dell’ascolto sul supporto originale, bypassando la freddezza del digitale.

TRACKLIST

01. Nuntereggae più (05:12)
02. Fabbricando case (04:05)
03. Stoccolma (03:30)
04. Gianna (03:53)
06. Dans le chateau (02:20)
07. Capofortuna (03:32)
08. Cerco (03:19)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.