Recensioni / 22 gen 2018

Joe Satriani - WHAT HAPPENS NEXT - la recensione

Satch strikes back...

Una dozzina di strumentali intrisi del talento di Satriani, che trova una vena compositiva ancora stuzzicante

Voto Rockol: 3.5/5
Recensione di Andrea Valentini
WHAT HAPPENS NEXT
Legacy Recordings (CD)

Album numero 16 per Joe Satriani, gran maestro della sei corde, che per l’occasione assembla un power trio di quelli che fanno venire la pelle d’oca: è, infatti, affiancato da Glenn Hughes (Deep Purple) e Chad Smith (Red Hot Chili Peppers, nonché collega del chitarrista nei Chickenfoot).

Già negli intenti programmatici questo “What Happens Next” era presentato come un album che avrebbe voluto distaccarsi dalla dimensione astratta, un po’ troppo progressive ed eterea, del precedente “Shockwave Supernova” (2015): e bisogna dire che Satriani ha, a modo suo ovviamente, mantenuto la parola. In effetti il nuovo lavoro in studio ha una texture e una sostanza decisamente più concrete, che l’artista stesso descrive come “pure rock and soul”.

Non è per essere irrispettosi, ma tanto per iniziare, ringraziamo Satch per non essersi lasciato trasportare dall’entusiasmo del leader: infatti ha evitato di cantare, offrendoci una mezza dozzina di strumentali come Dio comanda – la sua voce, purtroppo, non ha mai dato nulla in più ai dischi, anzi…
Quindi partiamo col piede giusto. All’ascolto, poi, ci troviamo di fronte a una collezione di pezzi molto vari e differenti l’uno dall’altro, ad altissimo tasso di tecnica e con un buon livello di energia infuso: rock, metal e hard si fondono, si alternano e convivono in queste composizioni che suonano ancora fresche, nonostante i dischi dei guitar hero siano roba così anni Ottanta da evocare immagini da mercatino del modernariato.

Se il guitar rock è il vostro pane quotidiano – o anche semplicemente un vostro guilty pleasure – in “What Happens Next” troverete svariate decine di minuti di svago e viaggio, sulle ali del chitarrismo di Satriani e del suo innegabile talento. Occhio però: se siete allergici a questo tipo di fenomeni, fareste meglio a non avvicinarvi a questo disco… oppure fatelo a vostro rischio e pericolo, ma senza recriminare.

TRACKLIST

01. Energy - (03:28)
02. Catbot - (03:38)
03. Thunder High On The Mountain - (04:46)
04. Cherry Blossoms - (04:29)
05. Righteous - (03:34)
06. Smooth Soul - (03:51)
07. Headrush - (03:35)
08. Looper - (03:42)
09. What Happens Next - (04:24)
10. Super Funky Badass - (07:35)
11. Invisible - (04:11)
12. Forever and Ever - (04:06)