«CINEMABOY - Cinemaboy» la recensione di Rockol

Cinemaboy - CINEMABOY - la recensione

Recensione del 16 dic 2017 a cura di Redazione

La recensione

È curioso: dopo la partecipazione ad "Amici" Michele Merlo ha deciso di cambiare nome d'arte. Da Mike Bird - il nome con cui si era fatto conoscere dal pubblico del talent show di Canale 5 - è diventato Cinemaboy. E ha firmato un contratto con un'etichetta indipendente, Maciste Dischi, da sempre molto attenta alle nuove proposte: del roster dell'etichetta milanese fanno parte, tra gli altri, i Canova, Gazelle e Galeffi. Ora arriva questo disco, intitolato proprio "Cinemaboy", che a detta del ventiquattrenne cantautore vicentino è il frutto di un percorso iniziato ben prima della partecipazione ad "Amici", tre anni fa.

L'album è prodotto dal romano Federico Nardelli, uno dei produttori che ruotano intorno a Maciste Dischi, che ha aiutato Cinemaboy a fare ordine tra i tanti pezzi scritti nel corso di questi tre anni e a trovare la giusta dimensione sonora per le canzoni: si spazia da pezzi in stile James Morrison (come "We are the wild ones" e "Hurricane") ad altri che richiamano più i suoni elettronici degli anni '80 ("Teenage dream", con un ritornello bello dritto). L'appeal internazionale del disco è figlio degli ascolti e dell'influenze di Michele: i riferimenti principali, a detta del cantautore, sono la band statunitense dei Neighbourhood e The Weeknd.
Nel disco c'è anche "Closer", l'inedito che Michele aveva presentato al serale di "Amici", presente in una versione completamente riarrangiata, quasi dance.

TRACKLIST

01. Golden Days (02:59)
03. Teenage dream (03:02)
04. Closer (03:12)
05. Heaven Above (02:56)
06. Hurricane (03:25)
07. Everything (03:07)
08. Mary (03:26)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.