«1000 DOSES OF LOVE! - One Dimensional Man» la recensione di Rockol

One Dimensional Man - 1000 DOSES OF LOVE! - la recensione

Recensione del 10 feb 2000

La recensione

A più riprese compaiono ondate di musicisti rock decise a relegare finalmente il blues fra i ferri vecchi buoni per la soffitta. E’ uno slancio ribelle comprensibile, viste le montagne di retorica intorno alla leggenda della ‘musica del diavolo’ e di dischi noiosissimi incisi nel nome del culto per le dodici battute. Ora che il blues sembrava definitivamente acqua passata, ci hanno pensato personaggi come Jon Spencer e la sua Blues Explosion, a rimetterlo in circolazione nel circuito indie/alternativo, trasfigurandolo in modo tale da non poter essere scambiati per tradizionalisti pedanti. Gli italiani One Dimensional Man si muovono proprio in questo solco, mettendo insieme la passione per l’indie rock che gravita intorno all’etichetta Touch & Go (che pubblica, fra gli altri, anche i catanesi Uzeda) con riff che dichiarano l’amore per il blues facendolo a brandelli. “1000 doses of love!” è un album aggressivo e compatto, costruito su strutture spigolose, in cui è essenziale il ruolo del chitarrista Giulio Favero, entrato da poco nella band. Non è un ascolto facile per chi non è avvezzo ai suoni dell’America underground degli ultimi anni, ma ha dalla sua argomenti convincenti come il trittico iniziale (“1000 doses of love!”, “Tom” e “My ship”), che fa intuire grandi potenzialità nei concerti. In effetti, proprio dal vivo il band si sta facendo una reputazione di tutto rispetto. Il debito nei confronti di nomi blasonati non è mai ingombrante: affiora qui e lì l’ombra del già citato Jon Spencer, in “Drink the poison” ad esempio, ma siamo lontani dalle copie carbone. Nonostante qualche lungaggine di troppo in brani come “Louis” e “America”, e un cantante - Pierpaolo Capovilla - che non sempre regge in pieno l’assalto degli strumenti, One Dimensional Man si segnalano come una band da tenere d’occhio, pronta per attirare consensi anche nella scena ‘sotterranea’ internazionale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.