«CHEWING GUM BLUES - Swing Brothers» la recensione di Rockol

Swing Brothers - CHEWING GUM BLUES - la recensione

Recensione del 21 ott 2017 a cura di Emiliano Raffo

La recensione

Se pensate che la nostra musica, oggi, abbia un urgente bisogno di facce non troppo raccomandabili, questo disco fa per voi. Celebratene il gusto orgogliosamente retro, il piglio scanzonato e sfrontato, la voglia di stamparvi in faccia una manata di canzoni dirette, divertite e amabilmente romantiche. Francesco Baccini e Sergio Caputo, due delle figure più cocciutamente individualiste della nostra canzone, si sono incontrati per la prima volta nel 2016. Un colpo di fulmine che ha prodotto questo “Chewing gum blues”, 10 brani in cui i due talentacci ripartono dai loro fondamentali (swing e blues soprattutto, ma non solo) per stringere una briosa e godereccia alleanza.

In 35 dinamici minuti sfilano amori sbagliati/difficili, localacci che si animano solo a notte fonda e donne misteriose rubate a qualche vecchio noir. Lungo il mare, magari protetti da una luna colma di speranza, Baccini e Caputo snocciolano tutto il loro “far musica” stuzzicando apertamente l'ascolatore. Se queste sono le canzoni, se questo è il “mood”, vien da pensare, meglio andarli presto a vedere dal vivo questi due.

E' musica che funziona tranquillamente senza video o immagini, questa, ma vedere Baccini e Caputo calati nei luoghi che queste canzoni così prepotentemente evocano dev'essere un autentico spasso. La fantastica indolenza di “Su questa striscia di mare” e la luna bizzosa di “Maledetta questa luna” richiamano tempi perduti in cui melodie del genere, così precariamente in bilico fra freschezza comunicativa e trasognata nostalgia, si potevano ascoltare per radio o a un juke-box lungo la spiaggia. “Tu non sei una Barbie”, probabilmente il pezzo più sfacciatamente bacciniano dei 10, soprattutto nell'incipit, ci riporta al sound tipico del cantautore genovese, ma il disco, nel suo complesso, è l'inequivocabile frutto di un incontro genuino, non di un freddo scambio di file.

La sensazione è quindi che dopo questa prima mossa, figlia di un momento febbrile in cui Baccini e Caputo si sono capiti al volo, affondando mani e piedi nelle passioni di una vita, i due possano ora prendere fiato (live permettendo) per cimentarsi in qualcosa di ancor più personale e rischioso, smontando magari, come in passato, quei due adorati giocattoli chiamati blues e swing.

 

TRACKLIST

01. Chewing Gum Blues (03:23)
02. Le notti senza fine (02:42)
03. Mystery Girl (03:32)
04. Su questa striscia di mare (04:28)
05. Maledetta questa luna (03:39)
06. Tu non sei una Barbie (03:11)
07. Ma che gelida manina I (03:29)
08. Paranoia in Lombardia by night (03:05)
09. Non fidarti di me (03:40)
10. Uno straccio di blues (03:21)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.