«BIDIN' MY TIME - Chris Hillman» la recensione di Rockol

Chris Hillman - BIDIN' MY TIME - la recensione

Recensione del 18 ott 2017

La recensione

Fa un certo effetto, ascoltare questo disco di Chris Hillman, che unisce due leggende. La prima è lui, il titolare, fondatore dei Byrds, membro dei Flying Burrito Brothers e Manassas. Uno degli inventori del  del country rock. L'altra leghende è Tom Petty, scomparso pochi giorni fa: “Bidin’ My Time” è anche l'ultimo lavoro in studio del biondo, in veste di produttore

La storia del disco
 Il disco è stato inciso nello studio di Petty nella California del Sud, e vede la partecipazione degli ex compagni nei Byrds David Crosby e Roger McGuinn, nonché gli Heartbreakers Mike Campbell, Steve Ferrone e Benmont Tench. E' il primo disco in oltre 10 anni di Hillman

Come suona e cosa c’è dentro
Un mix di brani nuovi e rivistazioni. Si va dal classico di Pete Seeger "The Bells Of Rhymney" riletto ovviamente nella versione dei Byrds con David Crosby (una curiosità: "Rhymney" viene pronunciato come "Rimini" e recentemente Billy Bragg, quando ha suonato nella città italiana, ha pubblicato questo), a "Wildflowers" di Tom Petty, che nei confronti del suono dei Byrds e di Hillman aveva un debito enorme.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)
Il ritorno di un grande, un suono che ha influenzato generazioni di musicisti (non solo Petty: i R.E.M., per esempio).  Gli Heartbreakers, una delle migliori rock band in circolazione, suonano in tutte le canzoni. Ed è  prodotto in maniera stupenda da Petty: il fatto che sia il suo ultimo lavoro di studio, rende tutto ancora più imperdibile

La canzone fondamentale
"Here She Comes Again", co-firmata da Hillman con Roger McGuinn, che incrocia la sua Rickenbacker con quella di Tom Petty, e tutti assieme fanno delle armonie vocali di altri tempi. Brividi puri.

TRACKLIST

01. Bells Of Rhymney (03:47)
02. Bidin’ My Time (02:59)
03. Given All I Can See (03:02)
04. Different Rivers (03:10)
05. Here She Comes Again (02:31)
06. Walk Right Back (02:30)
07. Such Is The World That We Live In (02:46)
08. When I Get A Little Money (02:32)
09. She Don’t Care About Time (02:29)
10. New Old John Robertson (01:48)
11. Restless (02:34)
12. Wildflowers (02:51)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.