«DIVENTI INVENTI 1997 - 2017 - Niccolò Fabi» la recensione di Rockol

I 20 anni di carriera di Niccolò Fabi in una raccolta

Canzoni rivisitate, classici e inediti: Niccolò Fabi si conferma in stato di grazia anche quando pubblica una raccolta

Recensione del 17 ott 2017 a cura di Redazione

La recensione

Niccolò Fabi è sempre stato uno dei più bravi e originali cantautori italiani, da che ne abbiamo memoria. Ma da "Una somma di piccole cose" è dichiaratamente in stato di grazia: un disco che ha apperentemente sovvertito le regole, facendo della semplicità assoluta ragione del suo successo, in un'epoca di pop iperprodotto. E' seguito un tour di altrettanto successo, che si concluderà a Roma a novembre. Intanto c'è questa "Raccolta" - le virgolette sono d'obbligo, per il tipo di progetti - che chiude i primi 20 anni di carriera

 

La storia del disco
“Diventi inventi 1997-2017”, non un’antologia, ma un doppio CD contenente riletture di vecchie canzoni e rarità (disponibile anche in box set con il libro-intervista di Martina Neri “Solo un uomo” e un live). È la celebrazione di un percorso verso la libertà, la storia della lenta, progressiva affinazione di un linguaggio, di un’evoluzione ragionata e fortemente voluta che ha portato la musica di Niccolò Fabi ad assomigliare alla sua persona.

Come suona e cosa c’è dentro
Il primo CD contiene 16 canzoni, ed è di fatto un nuovo album. 4 Brani arrivano da"Una somma di piccole cose", e 10 sono riscitture e rielaborazioni di canzoni del repertorio di Fabi con un arrangiamento e un suono simile a quello di quel disco: acustico e minimale.   L'unico vero inedito, "Diventi inventi", è anche la canzone più arrangiata dell'album. 
Il secondo comprende 9 canzoni in versione demo: notevole la versione originale ed elettronica di "Capelli", il primo disco.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)
Ascoltarlo, tutto d'un fiato, soprattutto il primo disco: per capire la scrittura calda e intima di Fabi, e i nuovi arrangiamenti minimali: belli, emozionanti, sulla scia dell'ultimo disco. Con questa veste canzoni come "Rosso" soprendono, altre lasciano senza parole per la bellezza e l'emozione, come "Lasciarsi un giorno a Roma".

La canzone fondamentale
"Il giardiniere", per le parole e il suono, fatto di chitarre acustiche e banjo.

TRACKLIST

02. È Non È - 2017 (04:10)
04. La Promessa - 2017 (05:30)
05. La Bellezza - 2017 (04:22)
06. Facciamo Finta (03:52)
07. Ecco - 2017 (05:22)
08. Filosofia Agricola (04:34)
09. Rosso - 2017 (04:21)
10. Il Mio Stato - 2017 (05:00)
15. Costruire - 2017 (04:36)
16. Diventi Inventi (04:58)
17. Senza Capelli - Demo (04:00)
18. Dieci Centimetri - Demo (05:27)
19. Elementare - Demo (04:50)
20. La Mia Fortuna - Demo (03:30)
21. Come Sarà Salvare Il Mondo - Demo (05:04)
24. Un Passo Alla Volta - Demo (05:05)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.