«SATURDAY NIGHT LIVE - THE MUSICAL PERFORMANCES VOL.2 - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - SATURDAY NIGHT LIVE - THE MUSICAL PERFORMANCES VOL.2 - la recensione

Recensione del 06 feb 2000

La recensione

The alternative side of Saturday Night Live, in tutti i sensi. Se il primo Cd (vedi recensioni Rockol) dedicato al meglio di quanto è circolato sul palco dello spettacolo televisivo più famoso d’America ospitava fondamentalmente artisti mainstream, caratterizzati dal grande successo commerciale che segue ogni loro uscita discografica, questo è il Cd sul quale si ritrovano invece le promesse mantenute (R.E.M., Nirvana, Beastie Boys), i vecchi leoni mai domati (Neil Young, Pretenders), giovani talentuosi (Beck, Morissette), la scena black più dinamica (Arrested Development, Dr. Dre, Janet Jackson, Mary J Blige), qualche outsider già gratificato dal successo in patria (Oasis, nel ruolo che sarà per sempre il loro, quello dei nuovi Beatles). Il tutto per 15 brani assolutamente clamorosi e irresistibili, uno spaccato di mode, stili e tendenze che costituisce il perfetto completamento del Cd vol.1, come detto dedicato a star più popolari. Sul versante dei contenuti, comunque, questo Cd passa alla storia per l’emozione iniziale che arriva con “Rape me” dei Nirvana, brave anche le Hole con “Doll parts” e Beck, “Nobody’s fault but my own” così non si era mai sentita. Neil Young (“No more”) si conferma padre spirituale di più di una generazione di rocker duri e puri, gli Oasis fanno la loro figura, il resto è decisamente più che valido, compresi i R.E.M. con “Losing my religion”, probabilmente l’unica tra queste canzoni di cui esistono già svariate versioni live.In conclusione, anche questo Cd è importante per capire i gusti del pueblo americano di tendenza, quello che ha sempre considerato Saturday Night Live come una sorta di rifugio dalla stupidità dilagante nei palinsesti televisivi. Ironico, dissacrante, musicale, in una parola rock; questo è quello che il SNL è sempre stato per il suo pubblico, e che continua ad essere ancora oggi, come dimostra la musica che gli piace ascoltare.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.