«TONIGHT - Fitness Forever» la recensione di Rockol

Tra Napoli e New York, Fitness Forever in chiave dance

La disco music a tutto groove dei Fitness Forever nel nuovo "Tonight". La nostra recensione

Recensione del 09 ott 2017 a cura di Marco Di Milia

La recensione

Mai incrociare i flussi, diceva il saggio. Eppure da combinazioni rischiose si possono ricavare risultati imprevedibili, come in "Tonight", il nuovo lavoro dei Fitness Forever, capace di fondere la luccicosa patina da club newyorkese e la rinomata creatività partenopea. Un incontro-scontro tra due modi differenti - ma non troppo - di fare della propria arte una rivoluzione. “Tonight” è infatti il lavoro del gruppo più improntato alle sale da ballo, che, con un occhio lungo sul medesimo parallelo, riesce a proiettarsi oltreoceano attraverso il tempo e le mode.

La formazione di Torre del Greco capeggiata dall’illuminato Carlos Valderrama (aka Gaetano Scognamiglio, che ha scelto il capelluto centrocampista colombiano per il proprio nome d'arte) è al suo terzo album, ancora una volta alle prese con l’epoca d’oro della musica italiana, tra ironia e capacità tecnica, ma con un nuovo piglio, tutto lustrini e ritmo danzereccio. Un’anima d’altri tempi quella del combo campano, capace di spaziare dal clima vacanziero nell’esordio “Personal train” a quello da exploitation di “Cosmos”, primo pubblicato per l’etichetta spagnola Elefant Records.

Nel groove di “Tonight” c’è dentro tutto lo spirito hardcore della migliore italo-disco, spensierata e ammiccante, colma di suggestioni provenienti da una parte all’altra dell’Atlantico, dalla pista dell’Odissey di Tony Manero al risveglio dello Stivale nel boom economico. Vacanze in riviera, amori estivi e sbirciate dal buco della serratura in un rifrullo di dancefloor, easy listening, plastic soul e dialetto partenopeo. Un mix di suoni che si muove libero di fondere e confondere la fantasia dei Settanta: “Canadian ranger” crea un ponte tra gli ABBA e l’universo giapponese dei Super Sentai - quello dei Power Rangers, per intenderci - al servizio di un potentissimo supereroe canadese, con un risultato tanto appiccicoso quanto riuscito; nella vicenda del parrucchiere “André”, innamorato delle canzoni di vent’anni fa, Cerrone parla in napoletano, tra una sforbiciata e una spruzzata di lacca. E ancora, le romantiche malizie di “Cosa mi hai detto” e una “Port Ghalib” che potrebbe essere la sigla di seria televisiva poliziesca alla Starsky & Hutch. Un assalto stiloso alla disco music in una sorta di versione un po’ bizzarra degli ultimi Daft Punk, non citati a sproposito visto che “Tonight” è stato masterizzato da Antoine Chabert, vincitore di un Grammy proprio per il lavoro svolto in “Random access memories”. Il fascino dell’album è proprio in questo suo animo leggero, capace di prendere di peso quanto la musica da ballo ha avuto da offrire nei suoi anni migliori, filtrato con una colorata estrosità che non si fa mancare nulla, anche sul piano internazionale con una lunga varietà di ospiti, da Anna Jean dei Juniore nel morbido tropicalismo di “Arbre magique”, a Vincent Mougel voce della title track e poi, ancora, Joackim Polack dei Pearl & The Oysters e Paulita Demaíz dei Papa Topo. 

Nonostante l'esclusione dalla scaletta della strumentale "Nico", già lato B del singolo "Canadian ranger" che in chiusura avrebbe svolto il ruolo di brano di uscita dalla discoteca di "Tonight", i Fitness Forever si lanciano in un concentrato di cultura pop che non teme confronti con l’ultimo revival di brillante sciccherì dance d'oltralpe ad opera di Justice, Phoenix e gli stessi Daft Punk all’inseguimento dello spirito di Amanda Lear, Chic e Moroder. Al ritmo di arrangiamenti e orchestrazioni da black band, in un continuo gioco di rimandi e citazioni, il gruppo campano traccia una personale via al passato, aggiungendo il tocco della propria anima latina “Made in Italy”, a metà tra Battisti e Umiliani. Un album eccentrico e piacevolmente anacronistico, capace di proiettare nella mente quelle immagini un po' sgranate di un'Italia a tratti ingenua, ma ancora sprintosa e sognatrice. 

 

TRACKLIST

01. Tonight - Feat. Kidsaredead (05:39)
03. Canadian Ranger (04:55)
04. Andrè (05:09)
05. Port Ghalib - Instrumental (03:38)
06. Baby Love (04:03)
07. Cosa Mi Hai Detto (03:38)
08. Arbre Magique - Feat. Juniore (04:39)
09. Carlo (04:18)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.