«SUPERBATTITO - Gazzelle» la recensione di Rockol

Melodie ammiccanti e belle appiccicose: il disco di Gazzelle

Gazzelle è un cantautore romano scuola Calcutta. “Superbattito” è il suo disco d’esordio, otto pezzi di indie pop molto colorato e stilisticamente anni Ottanta.

Recensione del 21 giu 2017 a cura di Marco Jeannin

La recensione

Gazzelle è un cantautore romano di cui si sa poco e niente (meglio così, io sono a favore del mistero in musica perché mi fa crescere la poesia) che propone un (indie) synth-pop molto semplice ma efficace, nemmeno troppo velatamente sulla falsariga di quanto già prodotto dal fenomeno Calcutta, eppure capace di ritagliarsi una sua dimensione spingendo sulla componente più esplicitamente sintetica anni Ottanta. Prodotto per Maciste Dischi da Igor Pardini e Flavio Pardini presso Il Cubo Rosso Recording di Roma, con la supervisione artistica di Leo Pari, “Superbattito” è un lavoro al passo con i tempi, dalla notevole cantabilità e con il tiro giusto. 

“Superbattito” è un disco che ho scritto di getto nel giro di pochi mesi, poco più di un anno fa. Parla di storie infinite, di luci lontane. Momenti minuscoli lasciati da qualche parte infondo alla sera. Amori messi al sicuro per non farli appassire. E' un disco che un po’ mi mette a nudo e che un po’ mi copre. Tipo una coperta corta. Tipo quando abbraccio il mio cane.”

Le otto canzonette (in senso nobile) in scaletta hanno tutto per piacere: melodie ammiccanti e belle appiccicose, alcune addirittura malinconiche, supportate da arrangiamenti senza pretese ma pensati con un’idea stilistica ben precisa. Calcuttta a parte, “Dèmodè” chiama in causa Contessa e i Cani mentre “Quella te” sembra un pezzo di Coez, ma direi che ascoltate le varie “Meltinpot” o la bella opening “Non sei tu”, c’è poco da fare chissà quali discorsi di reference. Al netto dei rimandi, sono però tutti pezzi che girano bene a prescindere, nel senso che ad oggi questo modo di far musica funziona e piace, ma solo a patto che sia fatto come si deve.

Ecco, in questo senso Superbattito” è un disco fatto proprio come si deve. Fila che è un piacere, perfetto per l’estate che avanza, da affrontare a colpi di “Zucchero filato”. 

TRACKLIST

01. Non sei tu (03:19)
02. Quella te (03:05)
03. Zucchero filato (03:15)
04. Meltinpot (03:41)
05. Balena (03:29)
06. Démodé (03:15)
07. Nmrpm (03:37)
08. Greta (02:24)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.