«CIGARETTES AFTER SEX - Cigarettes After Sex» la recensione di Rockol

Sesso, sigarette e musica, il sottile piacere dei Cigarettes After Sex

Il debutto dei Cigarettes After Sex, storie di passione e tormento in dieci brani. La nostra recensione

Recensione del 13 giu 2017 a cura di Marco Di Milia

La recensione

Il fumo di una sigaretta, un piacere dopo il piacere. Il cliché degli amanti che si concedono un momento di personale appagamento prima di perdersi di nuovo nel flusso incessante dei propri pensieri. Che siano anelli soffiati in una lussuosa camera d’albergo o brevi boccate liberate in un piccolo appartamento qualunque, il celebre rito del “dopo” è al centro dell’immaginario dei Cigarettes After Sex, che ne hanno raccolto tutta la sensualità in un’alchimia romantica e carnale al tempo stesso.

La storia della band è quella di Greg Gonzalez, mente unica del progetto, che dal natio Texas ha deciso di spostarsi a New York per dare voce ai suoi tormenti sentimentali con una creatura che rapidamente ha conquistato una esposizione davvero notevole a discapito di una discografia centellinata a un EP, “I” pubblicato nel 2012, e una manciata di fortunati singoli. Un gruppo con più di un riflettore puntato addosso, eppure ancora avvolto da una sorta di naturale penombra, guidato da un musicista schivo che preferisce far parlare la propria musica, crepuscolare e decadente, con la voluttuosa forza di letti sfatti e luci del mattino che filtrano tra le imposte. Un mondo di emozioni e passioni esplorato con cinematografica attenzione nell’eponimo “Cigarettes after sex”, l’album di debutto che finalmente mette in mostra sulla lunga distanza la straordinaria capacità narrativa evocata dalla voce tormentata e magnetica di Gonzalez.

“Cigarettes after sex”, il disco, continua il percorso già esplorato dalla formazione americana nella sua breve ma significativa produzione artistica. Laddove i singoli brani erano poco più che veloci pennellate di una tavolozza tutta in chiaroscuro, le dieci tracce che compongono l’album sono la colonna sonora di un film ancora da girare, dove ciascuna canzone, notturna e rarefatta, è legata alle altre da un’unica maglia sonora, caratterizzata da morbidi intrecci di chitarra e soprattutto, dal cantato senza età e senza sesso di Greg Gonzalez. L’atmosfera diffusa è quella di una sospensione temporale che i Cigarettes consumano con un seducente incastro dei ritmi ipnotici di basso e batteria così come dei silenzi, capace di condurre in un mondo distante, lontano dal caos e le frenesie del quotidiano. Un’alcova musicale dalle luci soffuse dove si racconta di desideri impossibili e di storie dalla dolce uggia, in cui gli umori e le fantasie si affollano come mozziconi nel posacenere. Un immaginario potente ed esplicito, dove i turbamenti del cantante sono narrati con raffinatezza franchezza.

La forza evocativa dei Cigarettes è di fare propria la sognante materia di un certo dream pop alla Slowdive e Mazzy Star, increspato e  intorbidito di sanguigna eccitazione. Gonzalez non è un artista che affronta di petto le proprie esperienze, preferendo piuttosto rielaborare quelle sensazioni vissute sulla sua pelle attraverso il processo catartico offertogli dalla musica. Le sue sono vecchie storie d’amore per cuori spezzati, lettere che raccontano di amanti ormai consumati e ferite ancora aperte, senza risultare stucchevole né banale. La magia di "Cigarettes after sex" sta nel portare allo scoperto le emozioni di un passato ormai perso attraverso le scene vivide di brani piuttosto monocorde, ma carichi di intima e letale umanità come “K.”,  o “Each time you fall in love”, dove al centro c’è l’insoddisfazione per le relazioni vissute, e, ancora, “John Wayne” e “Apocalypse” non sono che frammenti di un unico, dolce piacere. Come quello breve e intenso di una sigaretta.

 

TRACKLIST

01. K (05:20)
03. Sunsetz (03:35)
04. Apocalypse (04:50)
05. Flash (04:34)
06. Sweet (04:52)
07. Opera House (06:05)
08. Truly (04:04)
09. John Wayne (04:18)
10. Young & Dumb (04:33)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.