«TURN UP THE QUIET - Diana Krall» la recensione di Rockol

Il grande canzoniere americano secondo Diana Krall

Diana Krall torna agli Standard con l'ultimo disco prodotto dal grane Tommy LiPuma, scomparso due mesi fa

Recensione del 18 mag 2017 a cura di Francesco Arcudi

La recensione

A otto anni di distanza dall’ultimo CD di standard (“Quiet nights”, del 2009), con il nuovo album Diana Krall torna al repertorio a lei più congeniale prelevando a piene mani dal grande canzoniere americano. “Turn up the quiet” segna anche il ritorno della produzione di Tommy LiPuma (scomparso prima dell’uscita del disco), che aveva già curato alcuni album di successo della cantante/pianista canadese. Li Puma è stato un gigante del genere: ha lavorato con Barbra Streisand, Miles Davis, Bill Evans, George Benson, ha ricevuro nomination  ai Grammy Awards e ne ha vinti 5 (di cui uno proprio con la Krall per "Live in Paris" del 2002).

Gli undici brani del disco sono suonati in trio, quartetto o quintetto, a volte con l’aggiunta degli archi, ma sempre con una veste raffinata ed elegante. La Krall ci tiene a mantenere per tutto il disco un’atmosfera intima e romantica a -  partire dal primo brano “Like someone in love” - grazie alla sua voce sussurrata e sensuale e al suo fraseggio ormai celebre.

Ai brani arcinoti come “Night and day” , “L-O-V-E” e “Isn’t it romantic” si alternano pezzi meno conosciuti come “I’m confessin’ that I love you”, “Moonglow” e “No moon at all”. I musicisti che accompagnano la Krall - dal double bass Christian McBride ai suoi usuali collaboratori, tra cui Russel Malone  alla chitarra e Anthony Wilson alla batteria - sono straordinari ma non prevalgono mai sulla loro leader, mantenendo piano e voce sempre centrali.

Il disco si conclude con la dolcissima “I’ll see you in my dreams” , in cui il solo del violinista Stuart Duncan impreziosisce un disco perfetto per una cena a lume di candela, perché Diana Krall – sebbene considerata un po’ stucchevole dai puristi del jazz - è sempre garanzia di classe ed eleganza.

TRACKLIST

02. Isn't It Romantic (04:28)
03. L-O-V-E (04:20)
04. Night And Day (04:38)
06. Moonglow (05:15)
07. Blue Skies (04:37)
08. Sway (06:12)
09. No Moon At All (04:06)
10. Dream (04:03)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.